Covid Milano, non si farà più il tampone ai contatti stretti

Lombardia
©LaPresse

Nel capoluogo lombardo sono aumentati anche i ricoveri negli ospedali sia nelle terapie intensive sia nei reparti

A causa del numero delle persone che hanno sviluppato sintomi del Covid-19, a Milano i tamponi ai contatti stretti dei casi positivi accertati non è più considerata prioritaria. Lo ha stabilito l'Ats Milano, come riporta il sito ilpost.it. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - LA SITUAZIONE IN LOMBARDIA - LA SITUAZIONE A MILANO - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

Aumento ricoveri

Tra l'altro, nel capoluogo lombardo sono aumentati anche i ricoveri negli ospedali sia nelle terapie intensive sia nei reparti. Da ricordare che già durante la terza settimana di ottobre il direttore sanitario di Ats Milano, Vittorio Demicheli, aveva ammesso che l’intero sistema di contact tracing era saltato, mentre ormai da settimane si segnalavano lentezze e ritardi nell’accesso al test molecolare da parte dei contatti stretti o delle persone che mostrano sintomi compatibili con il Covid-19.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24