Covid Milano, Lambrate: crescono decessi, cremazione solo a residenti

Lombardia
©Ansa

A partire da domani la possibilità di richiedere la cremazione nel crematorio di Lambrate sarà limitata ai soli residenti milanesi, deceduti in città o anche fuori. Nell’ordinanza di riferimento si legge anche che i decessi sono passati da una media di 46 al giorno a picchi superiori a 80

A Milano crescono i decessi a causa dell'emergenza Covid (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI -MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI - LA SITUAZIONE A MILANO E IN LOMBARDIA) e per questo il Comune, attraverso un'ordinanza, ha deciso che a partire da domani la possibilità di richiedere la cremazione nel crematorio di Lambrate sarà limitata ai soli residenti milanesi, che siano deceduti a Milano o anche fuori città. I decessi nel territorio cittadino, come scritto nell'ordinanza, sono passati da una media di circa 46 al giorno a picchi superiori a 80.

L’ordinanza

"La situazione – si legge nel documento - sta compromettendo la normale capacità operativa del crematorio e del deposito di Lambrate, con tempi di attesa per la cremazione superiori a 5 giorni dall'arrivo a Lambrate dei feretri. Per questo i soggetti deceduti a Milano ma non residenti, il cui decesso si verifichi a partire dal 5/11/2020, non potranno essere cremati a cura del Comune di Milano". L'ordinanza predispone "che per l'eventuale sepoltura nei cimiteri cittadini dei defunti non residenti non è dovuto il pagamento".

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24