Lombardia, protesta Carc con scritte contro Fontana al Pirellone: pm apre nuova indagine

Lombardia

Un cartellone con le parole “Fontana assassino” è stato esposto da alcuni esponenti mentre il Consiglio regionale discute quest’oggi la mozione di sfiducia al governatore, presentata dalle opposizioni

Un cartellone con la scritta 'Fontana assassino' è stato esposto da alcuni esponenti dei Carc davanti a Palazzo Pirelli, sede del Consiglio regionale che oggi discute la mozione di sfiducia al governatore lombardo, Attilio Fontana, presentata dalle opposizioni. Il cartello è stato appoggiato alla pensilina del tram davanti all'ingresso del Pirellone in via Filzi, mentre un altro striscione - sempre firmato 'P. Carc' che inneggia al 'Commissariamento popolare’ della Regione - è stato appeso a due alberi. Davanti al Pirellone, gli esponenti dei Comitati di appoggio alla resistenza per il Comunismo hanno allestito un banchetto.

Nuova indagine nei confronti del Carc

La Procura di Milano, per il cartello inerente al presidente della Regione, aprirà una nuova indagine per minacce e diffamazione che poi verrà riunita a quella già avviata nei mesi scorsi per i murales minatori e offensivi nei confronti del governatore e del sindaco di Milano, Giuseppe Sala. Il responsabile dell'antiterrorismo milanese, Alberto Nobili, è in attesa dell'informativa con cui la Digos denuncerà gli attivisti del Carc presenti al presidio in vista della loro iscrizione nel registro degli indagati.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24