Coronavirus Lombardia, presentato esposto contro convegno negazionisti

Lombardia

"Sia Andrea Bocelli che Matteo Salvini sembrano farsi gioco delle misure preventive a tutela della salute pubblica implementate dal Governo e sostenute da una larga maggioranza della comunità scientifica. In particolare il distanziamento sociale, il lockdown e l'uso della mascherina nei luoghi di assembramento". È quanto scrive un 28enne di Orzinuovi nel documento depositato alla Procura di Roma

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Lombardia

 

"Sia Andrea Bocelli che Matteo Salvini sembrano farsi gioco delle misure preventive a tutela della salute pubblica implementate dal Governo e sostenute da una larga maggioranza della comunità scientifica. In particolare il distanziamento sociale, il lockdown e l'uso della mascherina nei luoghi di assembramento". E' quanto scrive un 28enne di Orzinuovi, il paese bresciano più colpito dal Covid, in un esposto alla Procura di Roma, contro il convegno che si è tenuto lunedì nella sala della biblioteca del Senato, "volto - scrive il bresciano - a sostenere l'inesistenza del virus e l'inopportunità di misure di prevenzione emanate dal Governo e dalle Regioni". 

In Lombardia 46 nuovi casi e nessun decesso nelle ultime 24 ore. (DIRETTA)

19:22 - Fontana: “Piano Marshall da 3,5 miliardi per la ripartenza”

Il prolungamento delle linee della metropolitana M1 e M5 a Milano, la metrotranvia T2 in provincia di Bergamo, l'eliminazione dei passaggi a livello della linea Gallarate-Laveno (Varese). Sono alcune delle opere che saranno inserite in quello che è stato definito un "Piano Marshall" da 3,5 miliardi di euro voluto dal presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana "per contribuire in maniera forte e concreta alla ripartenza dell'economia, degli enti locali e delle aziende dopo l'emergenza-Covid". Un primo elenco delle infrastrutture che saranno finanziate dalla Regione è stato messo nero su bianco attraverso degli ordini del giorno alla manovra di assestamento di Bilancio approvata ieri dal Consiglio regionale. Nel piano sono comprese anche le opere collegate alle Olimpiadi invernali Milano-Cortina 2026, rilevanti in particolare per la provincia di Sondrio. Previste migliorie anche sulla linea Brescia-Iseo-Edolo (con l'ammodernamento del centro-smistamento di Iseo) e sul nodo di interscambio ferrovia-TPL di Seregno (Monza e Brianza). La lista comprende anche le Tangenziali di Dovera (Cremona) e Isorella (Brescia); lo svincolo del Bione a Lecco; la riqualificazione Novedratese e la Canturina Bis (Como); la Tangenziale di Goito (Mantova); la riqualificazione della strada Paullese e la Ciclovia Vento (Pavia). Programmate anche azioni per l'intermodalità delle merci con il terminal di Sacconago-Malpensa (Varese) e per i porti fluviali di Cremona e Mantova.

18:05 - Test sierologici ai dipendenti del Comune di Milano: 3% positivo a anticorpi

Sono oltre 2300 i test sierologici realizzati sui dipendenti del Comune di Milano e fra loro poco più del 3% è risultato positivo al Covid. Sono questi i primi risultati ottenuti dall'indagine condotta dall'amministrazione su dipendenti comunali, lavoratori e utenti dei Centri Diurni Disabili e Polizia locale. In particolare il Comune ha condotto test sierologici su 1.158 dipendenti, per la maggior parte educatori di nidi e scuole dell'infanzia, di cui 32 sono risultati positivi, a questi si aggiungono 97 tamponi orofaringei che hanno dato come esito un caso positivo. In seguito alla convenzione tra Ats, Fatebenefratelli Sacco e Direzione Politiche Sociali del Comune di Milano, sono stati poi effettuati test sui lavoratori dei Centri Diurni Disabili: 217 test di cui 22 positivi e i successivi 22 tamponi tutti negativi. Test sierologici e tamponi sono stati realizzati anche per gli utenti dei Centri: 142 esami, tutti negativi. Per quanto riguarda il corpo di Polizia Locale, grazie alla convenzione tra Ats, Fondazion Cà Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano e Direzione Sicurezza Urbana, sono stati realizzati 854 test sierologici, di cui 26 positivi, e 26 tamponi orofaringei con un solo caso positivo.

18:00 - In Lombardia 46 nuovi casi e nessun decesso

A fronte di 8.658 tamponi eseguiti, sono 46 i nuovi casi di coronavirus accertati in Lombardia. Di questi, 7 sono stati rilevati a seguito di test sierologici, mentre 18 sono risultati “debolmente positivi”. Nessun decesso in regione nelle ultime 24 ore, con il totale delle vittime da inizio pandemia che resta fermo a 16.802, solo una negli ultimi sei giorni. Invariato il numero dei ricoveri in terapia intensiva, giunto a 13, mentre in lieve aumento quello delle persone in cura negli altri reparti: 154, tre in più rispetto a ieri. I nuovi guariti sono invece 161. È quanto rende noto la Regione attraverso il consueto aggiornamento. 

13:30 - Sindaco Codogno: "Negazionisti vengano al nostro cimitero"

"Mi fanno venire l'ulcera i negazionisti del coronavirus, come i deputati che si sono astenuti sulla Giornata nazionale in memoria delle vittime, sostenendo che non è esistito. Vengano quassù a vedere il nostro cimitero, magari capiscono qualcosa". Il sindaco Francesco Passerini spiega così all'Ansa il desiderio che non si dimentichi il prezzo di vite pagato dalla sua Codogno, la città lodigiana primo focolaio italiano, ma è convinto che "ora non si possa più parlare di stato di emergenza".

12:07 - Milano, 5 giorni di sport al Parco Sempione

Cinque giorni di sport gratuito per bambini e ragazzi milanesi all'interno del Parco Sempione, nel centro cittadino: si terrà dal 31 agosto al 4 settembre nella cornice della Summer School promossa dal Comune, l'iniziativa Expo per lo Sport, centro estivo dedicato alle discipline sportive. L'evento si svolgerà in modo diffuso all'interno del Parco Sempione, con sei diversi cluster che garantiranno il distanziamento tra i partecipanti. L'obiettivo, come spiega in una nota il Comune, è fornire un aiuto concreto alle famiglie milanesi, che in questi mesi di emergenza hanno vissuto momenti di grande criticità. "Questa edizione estiva di Expo per lo sport all'interno della rete delle Summer school, nella splendida cornice del parco Sempione e totalmente gratuita, rappresenta una preziosa opportunità per tanti bambini milanesi di avvicinarsi allo sport, praticarlo insieme all'aria aperta e sperimentare nuove discipline", hanno dichiarano Laura Galimberti, assessore all'Istruzione e Roberta Guaineri, assessore allo Sport.

12:06 - A Milano dal 15% al 48% di persone in più in metro

A Milano crescono i viaggiatori sulle linee della metropolitana dopo l'emergenza Covid. Nell'ultimo periodo, secondo quanto ha rilevato Atm, l'azienda che gestisce il trasporto pubblico in città, la crescita dei passeggeri è stata costante, passando dal 15% delle prime settimane di maggio al 48% della scorsa settimana. Dal 20 al 26 luglio sono stati quasi 493.000 i passeggeri trasportati in media al giorno (dal lunedì al venerdì) rispetto a oltre un milione di viaggiatori nello stesso periodo del 2019. Si riduce invece il divario nel fine settimana con il 66% di viaggiatori trasportati il sabato (oltre 350.000 utenti) rispetto allo stesso giorno del 2019 (530.000) e il 57% la domenica (237.500 rispetto ai 417.500 del 2019). Sui mezzi è obbligatorio l'utilizzo della mascherina. Per gestire meglio il flusso dei passeggeri e per contingentare gli ingressi, se necessario, Atm ha realizzato nelle 113 stazioni delle 4 linee della metropolitana un sistema di conteggio automatico dei passeggeri ai tornelli. Per gli abbonati scatta invece da oggi la rivoluzione digitale che permette di ricaricare l'abbonamento ai mezzi pubblici direttamente sull'applicazione di Atm, con una notifica che avviserà il viaggiatore della scadenza. Gli abbonamenti settimanali, mensili, annuali potranno essere rinnovati con lo smartphone, con carta di credito o PayPal, senza più doversi recare agli Atm Point o ai distributori automatici.

11:17 - Presentato esposto contro convegno negazionisti Covid

"Sia Andrea Bocelli che Matteo Salvini sembrano farsi gioco delle misure preventive a tutela della salute pubblica implementate dal Governo e sostenute da una larga maggioranza della comunità scientifica. In particolare il distanziamento sociale, il lockdown e l'uso della mascherina nei luoghi di assembramento". E' quanto scrive un 28enne di Orzinuovi, il paese bresciano più colpito dal Covid, in un esposto alla Procura di Roma, contro il convegno che si è tenuto lunedì nella sala della biblioteca del Senato, "volto - scrive il bresciano - a sostenere l'inesistenza del virus e l'inopportunità di misure di prevenzione emanate dal Governo e dalle Regioni". Per il 28enne, che nel suo esposto punta il dito soprattutto contro Matteo Salvini, "i contenuti della conferenza sono stati divulgati a pochi giorni dall'emergere di diversi focolai in Europa, particolarmente in Spagna, che hanno costretto il governo britannico ad imporre la quarantena a coloro che sarebbero rientrati dalla Penisola Iberica dal 25 di Luglio. E - aggiunge - un giorno prima dell'estensione di tre mesi dello stato di emergenza a scopi preventivi in Italia da parte dell'esecutivo. Eventi che se non richiamano allarmismo, almeno sembrerebbero invitare alla prudenza". "Ritengo - conclude il bresciano nell'esposto - tali affermazioni gravissime e volte a sconfessare quello che invece è non solo scientificamente provato, ma anche recepito dagli organi governativi, statali e regionali e tradotto in normativa emanata ed in vigore ad oggi proprio in conseguenza della letalità e della forza di questo virus che ha causato la morte, in Italia, di più di 36.000 persone, secondo i dati ufficiali". 

9:44 - Pavia, indagini anche per epidemia colposa

Figura anche l'epidemia colposa, oltre a peculato e turbata libertà del procedimento, tra le ipotesi di reato sulle quali sta indagando la Procura della Repubblica di Pavia in merito all'accordo tra il Policlinico San Matteo e la Diasorin per l'effettuazione dei test sierologici per la diagnosi da Covid-19. A darne notizia è oggi il quotidiano "La Provincia pavese". I magistrati stanno cercando di capire se la partenza solo a fine aprile dei test possa aver contribuito al mancato contenimento della diffusione del Coronavirus. In particolare si sta facendo luce sul periodo compreso tra il 23 marzo (data in cui venne sottoscritto l'accordo tra il San Matteo e la società piemontese) e il 17 aprile, giorno in cui arrivò l'autorizzazione al marchio CE indispensabile per effettuare i test sierologici. Sono 8 gli indagati dalla Procura di Pavia: l'avviso di garanzia è giunto nei giorni scorsi ai vertici del San Matteo e della Diasorin. La Guardia di Finanza ha effettuato perquisizioni e sequestri di documenti negli uffici del Policlinico di Pavia e dell'azienda di Saluggia (Vercelli). 

7:11 - In Lombardia un decesso e 53 nuovi casi

Dopo 4 giorni senza morti, si registra un nuovo decesso in Lombardia dovuto al coronavirus e quindi il totale sale a 16.802 vittime dall'inizio della pandemia in regione. Con 6.326 tamponi effettuati, sono 53 i nuovi casi positivi, di cui 9 'debolmente positivi' e 19 a seguito di test sierologici. Calano i ricoverati in terapia intensiva (-1, 13 in totale), aumentano quelli negli altri reparti (+14, 151 in totale), di cui "10 non sono legati a eventi infettivi, ma a ricoveri determinati da altre patologie, alle quali si è aggiunta la positività al test molecolare", come ha spiegato l'assessore regionale al Welfare Giulio Gallera. Dei 53 nuovi casi, 21 sono in provincia di Milano, di cui 16 a Milano città, 19 a Bergamo e 3 a Brescia. Nessun nuovo caso a Como, Lecco, Mantova e Monza.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24