Coronavirus Lombardia, Como: la Procura indaga su 17 Rsa e un ospedale

Lombardia
©Ansa

Le attività delle strutture, in cui si sono verificati 363 decessi, sono ora all'esame dei magistrati lariani. Si procede per epidemia colposa e, in presenza di denunce, per omicidio colposo. In regione 88 nuovi casi e nessun decesso: solo una vittima nell'ultima settimana

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Lombardia

 

Sono arrivate a 18 (17 Rsa e un ospedale) le strutture oggetto di ispezione dai carabinieri del Nas in provincia di Como nell'inchiesta sulla diffusione del coronavirus e le cui attività sono ora all'esame dei magistrati lariani. In tutte queste strutture i decessi che si sono verificati sono 363. La Procura di Como, diretta dal procuratore Nicola Piacente, procede per epidemia colposa e, in presenza di denunce, per omicidio colposo. Altre otto strutture sono invece state controllate dai Nas nell'ambito del loro compito istituzionale e i carabinieri forniranno in un secondo tempo gli esiti degli accertamenti se risconteranno notizie di reato.

Nell'ultimo giorno in Lombardia sono stati registrati 88 nuovi casi a fronte di 11.207 tamponi eseguiti. Nessuna vittima nelle ultime 24 ore. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

19:17 - Fase 3: a Lodi sconti per utenti trasporto pubblico

Il Comune di Lodi ha approvato agevolazioni tariffarie per l'acquisto di abbonamenti al trasporto pubblico locale dal prossimo primo agosto fino al 31 dicembre 2020. Come si fa sapere dal Comune, le risorse economiche necessarie, per 25mila euro, arrivano dal decreto Rilancio. Per esempio, il mensile libero verrà a costare all'utente 18 euro, anzichè 34.50. Il costo di differenza, di 16 euro e 50 centesimi, sarà a carico del Comune. Dalla ripresa dal lockdown, anche nel capoluogo bassianeo si era assistito a una diminuzione dell'uso del trasporto pubblico determinata anche dalla paura del contagio. 

17:50 - In Lombardia 88 nuovi casi e nessun decesso

A fronte di 11.207 tamponi eseguiti, sono 88 i nuovi casi di coronavirus accertati in Lombardia. Di questi, 13 sono stati rilevati a seguito di test sierologici, mentre 17 sono risultati “debolmente positivi”. Nessun decesso in regione nelle ultime 24 ore, con il totale delle morti da inizio pandemia che resta fermo a 16.802: una sola vittima nell’ultima settimana. Ancora invariato a 13 il numero dei ricoveri in terapia intensiva, mentre cala quello delle persone in cura negli altri reparti: 151, tre in meno rispetto a ieri. I nuovi guariti sono invece 616. È quanto rende noto la Regione attraverso il consueto aggiornamento.

Quindici i contagi rilevati in provincia di Milano, di cui sei in città. A Bergamo i nuovi casi registrati sono 17, così come a Brescia. Undici, invece a Varese. Nessun nuovo positivo a Lodi.

16:53 - Gallera: “Nessun allarme vaccini, previsti 2,4 milioni di dosi”

"Nessun allarme, all'avvio della campagna contro l'influenza Regione Lombardia avrà a disposizione 2,4 milioni di vaccini, l'80% in più rispetto allo scorso anno (1,3 milioni di dosi eseguite)". È quanto assicura l'assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, in merito ai vaccini contro l'influenza, il cui approvvigionamento secondo è a rischio secondo il Pd Lombardo. "Abbiamo individuato, grazie alla nostra Centrale acquisti regionale i migliori prodotti presenti sul mercato mondiale che offriremo gratuitamente agli over 65, ai bambini fino a 6 anni, alle categorie professionali più a rischio, ai medici, infermieri, operatori sanitari e socio sanitari - ha spiegato in una nota Gallera -. In particolare per i bambini fino ai 6 anni un nuovissimo vaccino spray, senza quindi il trauma della puntura, che in altre parti del mondo viene utilizzato con ottimi risultati. Per gli over 65 sono stati acquistati, fra gli altri, 800 mila vaccini tetravalenti (prima Regione in Italia) e per i cittadini over 65 più fragili (penso ad esempio agli ospiti delle RSA) oltre 150 mila dosi di una tipologia di vaccino ad alto dosaggio", ha aggiunto. Le procedure di acquisto concluse hanno già assicurato la fornitura di 1.888.000 vaccini.

16:43 - ComoNExt, sportello imprese va avanti nel post-Covid 

Lo sportello #insiemeperleimprese, lanciato dall'innovation hub ComoNExT a Lomazzo (Co) durante l'emergenza Covid, diventerà un servizio ordinario che supporterà le aziende anche nei prossimi mesi. Lo sportello "ha sensibilizzato le aziende all'utilizzo di mezzi tecnologicamente avanzati - spiega ComoNExt in una nota - per essere a disposizione anche a distanza, mantenere livelli competitivi adeguati, creare occasioni di business con la comunicazione digitale e utilizzare al meglio le opportunità di finanza agevolata". Ad oggi gli esperti di ComoNExT hanno realizzato 127 incontri con le 97 imprese che si sono rivolte allo sportello. Si tratta soprattutto di pmi e startup che operano nei settori della ristorazione e del turismo (19%), dell'Ict (18%) e del commercio (13%). Più della metà delle aziende e degli imprenditori che si sono rivolti a #insiemeperleimprese ha sede in Lombardia. In particolare, il 41%, opera a Como, seguita da Varese (16%) e Milano (15%).

13:40 - Como, procura indaga su 17 Rsa e un ospedale

Sono arrivate a 18 (17 Rsa e un ospedale) le strutture oggetto di ispezione dai carabinieri del Nas in provincia di Como nell'inchiesta sulla diffusione del coronavirus e le cui attività sono ora all'esame dei magistrati lariani. In tutte queste strutture i decessi che si sono verificati sono 363. La Procura di Como, diretta dal procuratore Nicola Piacente, procede per epidemia colposa e, in presenza di denunce, per omicidio colposo. Altre otto strutture sono invece state controllate dai Nas nell'ambito del loro compito istituzionale e i carabinieri forniranno in un secondo tempo gli esiti degli accertamenti se risconteranno notizie di reato.

13:29 - Pd: "A oggi in Lombardia mancano vaccini antinfluenzali"

"Ad oggi in Lombardia mancano i vaccini antinfluenzali". E' quanto ha denunciato con "preoccupazione", il Pd Lombardo, in vista di una eventuale seconda ondata del Covid. Da febbraio a oggi, la Regione attraverso la centrale acquisti Aria ha bandito 6 gare, ottenendo "solamente 200 mila dosi per gli adulti, 20 mila per i bambini e 200 mila per il personale sanitario. Numeri non credibili per rispondere alle esigenze primarie, visto che gli over 60 in Lombardia siano oltre 2,9 milioni, i minori oltre 1,7 milioni, di cui 577 mila da 0 a 6 anni e 300 mila gli operatori solo della sanità pubblica" ha spiegato il consigliere regionale del Pd Carmela Rozza in conferenza stampa a Palazzo Pirelli. L'ultima gara aperta il 29 giugno per 2,5 milioni di dosi per adulti e 70 mila per gli ospiti della Rsa, i cui termini si sono chiusi il 3 luglio, e che è ancora in fase di valutazione, "stabilisce che le dosi relative agli adulti saranno consegnate tra il 5 e il 31 ottobre, ma con possibilità di estendere il periodo fino il 15 novembre. Se anche riuscissimo a ottenere il minimo sindacale di dosi, dunque, è certo che la campagna vaccinale partirà tardi anziché in anticipo, a causa dei ritardi nel chiedere le forniture", ha aggiunto Rozza. A ciò, ha lamentato il Pd, si aggiunge l'incertezza sull'arrivo dei vaccini pediatrici: la procedura d'urgenza per 500 mila dosi di spray nasali è stata aperta il 24 luglio e il termine per la presentazione delle offerte scade domani. Per Rozza "il problema grave è che il Ministero della Salute e tutti i comitati scientifici, compreso quello della Lombardia, raccomandano copertura vaccinale massima su tutta la popolazione il prossimo autunno, per evitare di confondere il Covid con l'influenza. Ma se non abbiamo le coperture vaccinali il rischio è di ritrovarci il prossimo autunno con gli ospedali sotto pressione come a febbraio scorso". "Garantire la salute dei cittadini significa fare le cose bene e per tempo. Qui il tema non è più politico, sono in grado di tutelare la nostra salute?", ha concluso.

7:24 - In Lombardia 46 nuovi casi e nessun decesso

A fronte di 8.658 tamponi eseguiti, sono 46 i nuovi casi di Coronavirus accertati in Lombardia. Di questi, sette sono stati rilevati a seguito di test sierologici, mentre 18 sono risultati “debolmente positivi”. Nessun decesso in regione nelle ultime 24 ore, con il totale delle vittime da inizio pandemia che resta fermo a 16.802, solo una negli ultimi sei giorni. Invariato il numero dei ricoveri in terapia intensiva, giunto a 13, mentre in lieve aumento quello delle persone in cura negli altri reparti: 154. I nuovi guariti sono invece 161. È quanto rende noto la Regione attraverso il consueto aggiornamento.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24