Coronavirus Lombardia, direttore di Palazzo Reale: “Tornate nei musei”

Lombardia
©Ansa

Un "fervente invito a tornare nei musei perché sono luoghi sicuri" è stato rivolto ai milanesi da Domenico Piraina, direttore di Palazzo Reale, presentando la quarta edizione di Museocity, che, a causa della pandemia, è slittata dal 31 luglio al 2 agosto

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Lombardia

Un "fervente invito a tornare nei musei perché sono luoghi sicuri" è stato rivolto ai milanesi da Domenico Piraina, direttore di Palazzo Reale, presentando la quarta edizione di Museocity, che avrebbe dovuto svolgersi nel primo weekend di marzo ma poi, causa pandemia, è slittata dal 31 luglio al 2 agosto. Per Piraina, "la pandemia ha colpito il cuore della cultura, ecco perché oggi Museocity assume un forte significato simbolico, quello di tornare piano piano a una normalità, seppur condizionata". (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

18:54 – Regione Lombardia stanzia 1,7 milioni di euro per sostegno all'affitto

Regione Lombardia ha stanziato in una delibera approvata oggi dalla Giunta di Attilio Fontana ulteriori 1,7 milioni di euro a sostegno le famiglie che, a causa dell'epidemia Covid e delle sue conseguenze economiche, sono in difficoltà nel pagare l'affitto. "Questi fondi - ha spiegato l'assessore alle Politiche sociali, abitative e Disabilità, Stefano Bolognini - sono importanti ed erano attesi per dare respiro ai cittadini in difficoltà. In particolare, il provvedimento è rivolto agli inquilini morosi incolpevoli che risiedono in alloggi a libero mercato in comuni ad alta tensione abitativa, che hanno un indicatore Isee non superiore a 26.000 euro e hanno in corso la procedura di sfratto". I fondi saranno messi a disposizione e ripartiti in 117 Comuni lombardi: "le risorse potranno essere utilizzate entro il 31 dicembre 2021 e si aggiungono agli oltre 43 milioni di euro messi a disposizione con i provvedimenti approvati in Giunta a marzo e giugno", ha aggiunto Bolognini. "L'attenzione della Regione Lombardia - conclude l'assessore - per situazioni come questa è e sarà sempre massima. È un primo passo, certo. Sappiamo che serve di più. È infatti necessario che il Governo provveda a destinare il più rapidamente altri fondi per dotare i territori di misure indispensabili per le persone che hanno perso o che potrebbero perdere ancora il lavoro e che, proprio per questo, si troverebbero senza colpa in difficoltà nel pagare l'affitto e le spese della propria casa”

17:14 - In Lombardia un decesso e 53 contagi

Dopo 4 giorni senza morti, c'è un nuovo decesso in Lombardia dovuto al coronavirus e quindi il totale sale a 16.802 vittime dall'inizio della pandemia in regione. Con 6.326 tamponi effettuati, sono 53 i nuovi casi positivi, di cui 9 'debolmente positivi' e 19 a seguito di test sierologici. Calano i ricoverati in terapia intensiva (-1, 13 in totale), aumentano quelli negli altri reparti (+14, 151 in totale), di cui "10 non sono legati a eventi infettivi, ma a ricoveri determinati da altre patologie, alle quali si è aggiunta la positività al test molecolare", come ha spiegato l'assessore regionale al Welfare Giulio Gallera. Dei 53 nuovi casi, 21 sono in provincia di Milano, di cui 16 a Milano città, 19 a Bergamo e 3 a Brescia. Nessun nuovo caso a Como, Lecco, Mantova e Monza.

16:44 - Comitato "Noi denunceremo": "Bocelli venga a Bergamo"

"Che si faccia un convegno di questo tipo in un luogo istituzionale è un ulteriore sfregio a tutti i morti che ci sono stati e un ulteriore schiaffo a tutti i parenti delle vittime che stanno chiedendo verità". Così Luca Fusco, il presidente del Comitato Noi denunceremo che ha depositato decine di denunce in Procura a Bergamo sui decessi durante la pandemia, interviene sulla conferenza indetta ieri al Senato, sul tema del Covid, che ha visto la presenza di Vittorio Sgarbi e di Matteo Salvini, oltre che di Andrea Bocelli. "Non sorprende che nessuno dei presenti al convegno di ieri venga da Bergamo o Brescia" ha aggiunto Fusco. "Sono molto amareggiato perché neanche 35.000 morti in 5 mesi, di cui 16.000 in Lombardia, e 11.500 nelle sole Bergamo e Brescia, sono bastati per far si che alcune autorità politiche prendessero atto del problema e degli errori commessi. Vorrei invitare Bocelli, che ho sempre apprezzato come artista, a venire a Bergamo e Brescia quando lo vorrà. Sono certo che cambierà idea su molte cose".

16:21 - Emergenza caldo e Covid-19, Pavia in aiuto degli anziani

Un sostegno agli anziani residenti in città, soprattutto a quelli che presentano maggiori condizioni di "fragilità" e che potrebbero andare incontro a situazioni di disagio per il caldo estivo e l'emergenza Coronavirus. E' l'obiettivo del progetto "Estate Serena 2020", promosso dal Comune di Pavia in collaborazione con Ats, Asp, Auser e diverse cooperative e realtà del Terzo Settore che operano in ambito socio-sanitario. "E' davvero importante poter contare a Pavia su una presenza così significativa di strutture che operano al servizio delle persone più bisognose di aiuto", ha sottolineato il sindaco Mario Fabrizio Fracassi durante la presentazione di "Estate Serena 2020" svoltasi oggi a Palazzo Mezzabarba. "E' giusto ringraziare tutte le cooperative accreditate con il Comune, che anche durante il periodo più acuto dell'emergenza Covid-19 non hanno mai fatto mancare l'assistenza domiciliare - ha aggiunto l'assessore ai Servizi Sociali, Anna Zucconi -. Il rispetto delle regole anti-Coronavirus ci impedisce al momento di svolgere attività all'interno delle Aps cittadine: intensificheremo però i servizi a domicilio, in collaborazione con gli enti che ci affiancano in questo progetto solidale". Sono più di 200, a Pavia, gli anziani seguiti a casa perché in condizioni di "fragilità": altri 65, segnalati ai Servizi Sociali, saranno "monitorati" durante il mese di agosto. "Estate Serena 2020" prevede due numeri verdi: l' 800995988 dell'Auser, una "voce amica" per risolvere necessità di ordine quotidiano (in funzione ad agosto e settembre); l'800034933 di Ats Pavia, per informazioni e assistenza riguardanti la salute (in funzione dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18, il sabato e la domenica dalle 9 alle 17). Dal 17 agosto sarà a disposizione anche uno "Sportello di ascolto psicologico". Grazie alla disponibilità dell'Asp (l'Azienda servizi alla persona) saranno disponibili, per chi ne farà richiesta, alcuni posti al Centro diurno integrato alla Rsa "Mons. Pertusati" e altri due a titolo gratuito al centro diurno integrato dell'istituto Santa Margherita.

16:20 - Prefetto di Brescia inaugura tavolo sull'economia

Prima riunione oggi in Prefettura a Brescia del gruppo di lavoro permanente voluto dal prefetto Attilio Visconti "per approfondire la conoscenza, monitorare le diverse situazioni conflittuali, recepire le richieste di aiuto e sostenere nella ripartenza ripartenza, il mondo del lavoro e quello dell'industria". Un tavolo che si trova ad affrontare questioni delicate come quella dello stabilimento Iveco dove la settimana scorsa i dipendenti hanno fatto sciopero per chiedere il rispetto del piano industriale. Al primo incontro ha partecipato in streaming il Vice Ministro dell'Interno, Vito Crimi, oltre al Presidente di Confindustria Lombardia Marco Bonometti, tutte le associazioni di categoria presenti sul territorio bresciano, i segretari provinciali delle tre sigle sindacali, il sindaco di Brescia Emilio Del Bono e il presidente della Provincia Samuele Alghisi. "In vista di settembre saranno raccolti dalla Prefettura tutti i dati in possesso di ciascun ente al fine di garantire una dettagliata e sistematica conoscenza della situazione imprenditoriale, commerciale e artigianale del territorio, nonché il quadro complessivo della situazione occupazionale settore per settore" ha spiegato Visconti. "Tale quadro - ha aggiunto il prefetto di Brescia - è apparso a tutti indispensabile per poter promuovere le più mirate iniziative di sostegno da sottoporre all'attenzione del Governo, in una logica di condivisione strategica tale da garantire eque opportunità e attese".

13:44 - Bergamo chiama i turisti, al via campagna di promozione

Bergamo chiama i turisti e lo fa con una campagna di promozione che include affissioni a Firenze, Genova, Siena, Milano, contenuti digitali e spot sulle reti Mediaset a partire da metà settembre. La città vuole essere un simbolo della ripartenza dopo l'epidemia di coronavirus che l'ha colpita duramente. Già qualche timido segnale c'è. Nel mese di maggio, secondo stime di VisitBergamo e dell'Osservatorio sul turismo della Provincia di Bergamo in collaborazione con l'agenzia inTwig, si è registrato un aumento del 20% di presenze turistiche rispetto ad aprile, quando ancora vigeva il lockdown. "Non sono numeri quantitativamente significativi, ma rappresentano un importante segnale di ripresa" ha commentato il sindaco Giorgio Gori, che in mattinata ha presentato la nuova campagna. Negli ultimi 6 anni Bergamo aveva registrato +60% di presenze turistiche, con quasi 2,5 milioni di presenze nel solo 2019: ma lo stop brusco nel 2020 si stima che porterà perdite per 65 milioni di euro.

13:10 - Milano, l'appello: "Tornate nei musei, sono luoghi sicuri"

Un "fervente invito a tornare nei musei perché sono luoghi sicuri" è stato rivolto ai milanesi da Domenico Piraina, direttore di Palazzo Reale, presentando la quarta edizione di Museocity, che avrebbe dovuto svolgersi nel primo weekend di marzo ma poi, causa pandemia, è slittata dal 31 luglio al 2 agosto. Per Piraina, "la pandemia ha colpito il cuore della cultura, ecco perché oggi Museocity assume un forte significato simbolico, quello di tornare piano piano a una normalità, seppur condizionata". "I luoghi della cultura sono stati i primi a chiudere e purtroppo gli ultimi a riaprire" ha aggiunto l'assessore Filippo Del Corno, spiegando che la conferma di Museocity rappresenta proprio l'affermazione della necessità della cultura a Milano e che per questo sono tantissime le istituzioni che hanno voluto partecipare. Alla manifestazione hanno aderito 72 istituzioni , 28 in presenza, 26 solo in digitale, 17 in presenza e virtuali, che daranno vita a molte iniziative speciali, tra visite guidate, laboratori e una sezione dedicata al museo segreto, con la possibilità di vedere opere non esposte. "I musei sono luoghi sicuri e riaprono le porte con consapevolezza, responsabilità e orgoglio" ha sottolineato Del Corno, spiegando che la scelta di svolgere la quarta edizione di museocity nel primo weekend di agosto è nata per "segnare la necessità di questa presenza". "La città sta tornando a respirare aria di cultura" ha ribadito l'assessore, esprimendo il desiderio che "l'edizione 2021 riprenda la collocazione in marzo, coerente con gli anni precedenti e che le piccole limitazioni e i sacrifici di questo periodo saranno del tutto superati". 

7:31 - In Lombardia quarto giorno consecutivo senza decessi

Quarto giorno consecutivo senza decessi e sei province (Cremona, Lodi, Mantova, Pavia, Sondrio e Varese) a zero contagi in Lombardia. Dei 34 nuovi casi positivi, con 3.992 tamponi effettuati (1.265.549 in totale), 14 sono nella provincia di Milano, di cui sette a Milano città, otto a Bergamo, due a Brescia, Como, Monza e Brianza e Lecco. I ricoverati in terapia intensiva sono 14, i ricoverati negli altri reparti 137.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24