Coronavirus Milano, Sala: "Con Sardegna ho sbagliato, sono stato ruvido"

Lombardia
©Fotogramma

Con un post su Instagram, il sindaco del capoluogo lombardo è tornato sulla polemica scoppiata negli scorsi giorni: “Non posso provare sentimenti negativi verso la Sardegna. Il mio 'me ne ricorderò', comunque sbagliato nella forma, era rivolto alla politica sarda”

"Non posso certamente provare sentimenti negativi verso la Sardegna. Il mio 'me ne ricorderò', comunque sbagliato nella forma, era rivolto alla politica sarda". Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, è tornato sulla polemica scoppiata qualche giorno fa, chiedendo scusa per la frase rivolta al governatore della Sardegna, Christian Solinas, che voleva sottoporre a test i turisti provenienti dalle Lombardia e da Milano. Il primo cittadino del capoluogo lombardo ha postato su Instagram una foto della barca a vela che teneva, prima di venderla, proprio in Sardegna. "So di essere stato ruvido ma forse stavo anticipando un tema sentito dai cittadini. E lo dico - ha aggiunto - alla vigilia della Festa della Repubblica. Certo, il punto centrale non è dove si fanno le vacanze, ma molto semplicemente penso che il sentirsi una sola comunità debba trovare conferma nei momenti positivi e in quelli difficile. E penso anche che la generosità e il senso di accoglienza di Milano non ci abbiano mai portato a fare alcun distinguo”, ha concluso Sala. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - LA SITUAZIONE IN LOMBARDIA)

Il videomessaggio odierno

Il post segue il videomessaggio pubblicato questa mattina, nel quale Sala ha fatto il punto della situazione dei cantieri in città durante la Fase 2. In particolare, il sindaco ha riferito che il Comune "andrà avanti sulle piste ciclabili" nonostante le polemiche dei commercianti. "Io segnalo un punto, una riflessione, - ha proseguito - cioè che la ciclabile di corso Venezia e Buenos Aires registra attualmente seimila ciclisti al giorno". Per quanto riguarda i prolungamenti delle metropolitane di Milano verso altri Comuni "io sto dando impulso affinché i progetti di nuove metropolitane vadano avanti - ha detto Sala -. Certamente l'allungamento della M1 a Baggio, ma in particolare della M5 a Monza, ne stiamo discutendo con i vari comuni per trovare il disegno finale. Certo, è chiaro a tutti voi che una parte significativa del traffico in città deriva da coloro che vengono a fuori città". 

"A luglio inaugurazione torre Galfa"

Inoltre, Sala ha parlato dei "molti investimenti immobiliari" in città che "proseguono" e ne ha indicati tre in particolare. Il primo è di Unipol che ha annunciato come "entro luglio inaugurerà la nuova torre Galfa. La terza torre di City Life è quasi alla fine, verrà anche quella inaugurata abbastanza presto e sarà immediatamente occupata da una società di consulenza. Poi c'è il progetto di Torre Milano dell'impresa Rusconi, sta tra la Maggiolina e l'Isola e salirà fino a 80 metri". Infine, la Banca d'Italia "intende fare di Milano la sede della trasformazione digitale del sistema finanziario. Quindi vuol dire anche più funzionari di Banca d'Italia in città, in particolare nel palazzo di piazza Cordusio ed è una buona notizia per Milano, per il paese e anche per l'Europa". 

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24