Mostre d’arte a Milano: le 13 da non perdere a dicembre 2019

Lombardia

A Milano torna il tradizionale appuntamento natalizio con l’arte a Palazzo Marino: quest’anno sarà esposto un capolavoro del pittore toscano Filippino Lippi 

Come da tradizione Palazzo Marino, fino al 12 gennaio, offre alla cittadinanza un capolavoro dell’arte da ammirare. Quest’anno è doppio: sono esposti infatti due tondi del pittore Filippino Lippi, "L'Angelo annunziante" e "L'Annunziata". Si chiude il 31 dicembre invece la mostra 'In Goude We Trust!', dedicata a Jean Paul Goude, illustratore, regista e creativo francese che collabora da 30 anni con Chanel.

La mostra che si chiude a dicembre

'In Goude we trust' a Palazzo Giureconsulti

Palazzo Giureconsulti ospita la mostra "In Goude We Trust!", dedicata a Jean Paul Goude, illustratore, regista e creativo francese che collabora da 30 anni con Chanel. Parte del percorso espositivo sono film, disegni, ektachromes tagliati e una selezione delle sculture luminose esposte al Centre Pompidou di Parigi nel 2017. Fino al 31 dicembre. Orari: lun 14:30 – 19:00 mar mer ven dom 10:00 – 19:00 giovedì 14:30 – 22:30 sab 10:00 – 22:30

Le mostre del 2020

Filippino Lippi a Palazzo Marino

Come da tradizione, nel periodo natalizio Palazzo Marino offre incontri gratuiti con l’arte: quest’anno, fino al 12 gennaio, è esposto un capolavoro di Filippino Lippi, costituito da due grandi tondi che si fronteggiano, uno raffigurante "L'Angelo annunziante" e l'altro "L'Annunziata", realizzati tra il 1483 e il 1484. Orari: Tutti i giorni dalle ore 9.30 alle ore 20.00, giovedì dalle ore 9.30 alle ore 22.30

Milano anni 60 a Palazzo Morando

Palazzo Morando, il museo dedicato a Costume Moda e Immagine, ospita la mostra ‘Milano anni 60. Storia di un decennio irripetibile’: visitabile fino al 9 febbraio, l’esposizione raccoglie fotografie, manifesti, riviste, arredi e oggetti di design, testimonianze del fermento creativo che, negli anni del boom economico, caratterizzò il capoluogo lombardo. Orari: martedì, mercoledì, venerdì, sabato, domenica 10.00 - 20.00, giovedì 10.00 - 22.30.

L’esercito di terracotta alla Fabbrica del Vapore

Alla Fabbrica del Vapore, fino al 9 febbraio, si può visitare un’esposizione dedicata al celebre Esercito di terracotta cinese: trecento pezzi, tra soldati e oggetti, per "la più grande e completa ricostruzione", spiega il curatore Fabio Di Gioia, della colossale area archeologica di 2.200 anni fa. Orari: da mercoledì a lunedì 10.00 – 20.00, giovedì 10.00-23.00, martedì su prenotazione gruppi

Artemisia Gentileschi al Museo Diocesano Carlo Maria Martini

Il Museo Diocesano Carlo Maria Martini ospita fino al 26 gennaio L'adorazione dei Magi di Artemisia Gentileschi. Scelto come "Capolavoro per Milano 2019" ed esposto per la prima volta nel capoluogo lombardo, il dipinto di imponenti dimensioni (circa tre metri per due) fa parte di un ciclo decorativo realizzato per la cattedrale di Pozzuoli fra il 1636 e il 1637. Orari: martedì-domenica 10.00-18.00.

Canova e Thorvaldsen alle Gallerie d’Italia

Le Gallerie d’Italia ospitano fino al 15 marzo la mostra "Canova | Thorvaldsen. La nascita della scultura moderna", che propone un confronto tra i due maestri della scultura neoclassica e romantica. Esposte 160 opere dei maestri italiano e danese. Orari: mar - dom 9:30-19:30, giov 9:30-22:30.

Vivian Maier allo spazio Forma

Allo spazio Forma Meravigli di Milano sbarca la mostra ‘Vivian Maier. A colori’, che raccoglie una selezione di fotografie a colori, molte delle quali inedite, della ormai celeberrima “tata fotografa”. I pezzi, in mostra fino al 19 gennaio 2020, raccontano la quotidianità di un’America tra gli anni Cinquanta e la metà dei Settanta. Orari: mer-dom 11.00 – 20.00

La collezione Thannhauser dal Guggenheim a Palazzo Reale

La mostra ‘Guggenheim. La collezione Thannhauser, da Van Gogh a Picasso’ raccoglie cinquanta tele dei grandi maestri impressionisti, post-impressionisti e delle avanguardie dei primi del Novecento provenienti dal Guggenheim Museum di New York. Esposte opere di Paul Cézanne, Pierre-Auguste Renoir, Edgar Degas,Paul Gauguin, Edouard Manet, Claude Monet, Vincent van Gogh e un nucleo importante di opere di Pablo Picasso. Fino al 1° marzo. Orari: Orari: lun 14:30 - 19:30, mar-mer-ven-dom: 09:30 - 19:30, gio: 09:30 - 22:30, sab: 09:30 - 22:30

I love Lego alla Permanente

Al Museo della Permanente di Milano si può visitare la mostra ‘I love Lego’, realizzata con oltre 1 milione dei celebri mattoncini colorati. All’interno del percorso espositivo, oltre ad alcune installazioni artistiche, i piccoli mondi in miniatura ricostruiti nei minimi particolari: intere città, scenari di fantasia tratti da storie di pirati e paesaggi medievali, fino agli splendori della Roma imperiale.  Fino al 2 febbraio. Orari: tutti i giorni 9.30-19.30

Filippo de Pisis al Museo del Novecento

Il Museo del Novecento dedica a Filippo de Pisis un’ampia retrospettiva con oltre 90 dipinti dell’artista nato a Ferrara. La mostra, fino al 1° marzo, si sviluppa lungo un percorso cronologico che va dagli esordi del 1916, vicini alla pittura metafisica di de Chirico, fino al periodo dei ricoveri nella clinica psichiatrica di Villa Fiorita all’inizio degli anni Cinquanta. Orari: lunedì 14.30-19.30, mar, mer, ven, dom 9.30-19.30, gio e sab 9.30-22.30

Nikola Tesla allo Spazio Ventura

Allo Spazio Ventura XV di Lambrate sbarca una mostra interattiva dedicata a Nikola Tesla, scienziato visionario morto in povertà le cui invenzioni e documentazione sono state riconosciute dall’Unesco nel 2003 come patrimonio universale ed eredità destinata all’umanità. Fino al 22 marzo. Orari: mar - ven 1 -19, sab e dom 9.30-20.30

Giorgio de Chirico a Palazzo Reale

L’opera di Giorgio de Chirico torna a Palazzo Reale con una retrospettiva curata da Luca Massimo Barbero. Sono oltre cento le opere che si possono ammirare a Milano, fino al 19 gennaio, provenienti da importanti musei internazionali. Orari: lun 14:30 - 19:30, mar-mer-ven-dom: 09:30 - 19:30, gio: 09:30 - 22:30, sab: 09:30 - 22:30

Sala delle Asse - Castello Sforzesco

La Sala delle Asse, opera di Leonardo da Vinci, viene eccezionalmente riaperta dopo sei anni di restauri, ma solo fino al 12 gennaio. La decorazione pittorica venne scoperta durante la ricostruzione del Castello, agli inizi del '900. Per l’occasione sono previste mostre ed eventi: un’installazione che aiuterà i visitatori nella lettura dello spazio; una raccolta di disegni originali di Leonardo e di altri maestri; infine un percorso multimediale che condurrà il visitatore alla scoperta di Milano così come doveva apparire agli occhi del maestro.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24