Tifoso morto, i due autisti napoletani venerdì in Questura a Milano

Lombardia

Si tratta degli autisti di un'Audi, con assetto ribassato, e di una Renault Kadjar, entrambe sotto sequestro. Le convocazioni sono state notificate dalla Digos di Napoli

Si stringe il cerchio intorno all'auto che avrebbe investito e provocato la morte del tifoso Daniele Belardinelli durante gli scontri che hanno preceduto Inter-Napoli, lo scorso 26 dicembre. I due tifosi dei partenopei, che erano alla guida di due delle macchine del convoglio azzurro preso d'assalto dagli ultras di Inter, Varese e Nizza, sono stati convocati per un interrogatorio nella Questura di Milano.

La convocazione in questura

Si tratta degli autisti di un'Audi, con assetto ribassato, e di una Renault Kadjar, entrambe sotto sequestro. Le convocazioni sono state notificate dalla Digos di Napoli. Entrambi fanno parte della lunga lista di indagati dalla Procura di Milano per omicidio volontario, rissa e porto e detenzione di oggetti atti ad offendere. I due tifosi andranno a Milano accompagnati dall'avvocato Emilio Coppola, che difende oltre una decina di sostenitori del Napoli.  

Milano: I più letti