Strage di Brescia, il Pg: “Finalmente attribuite le responsabilità”

Lombardia
Foto di archivio

Ad affermare che finalmente è stata fatta luce sulla strage di piazza della Loggia è il Procuratore generale della Corte di Cassazione, Riccardo Fuzio 

"Per la prima volta, sulle conformi conclusioni di questo Ufficio, in un processo che poneva plurime complesse questioni, si è arrivati all'attribuzione della responsabilità del gravissimo delitto a persone individuate, all'epoca militanti nell'organizzazione di estrema destra denominata Ordine Nuovo, oltre alla complessiva ricostruzione della cosiddetta strategia della tensione". Queste le parole del Procuratore generale della Corte di Cassazione, Riccardo Fuzio, sul verdetto, emesso il 20 giugno 2017, sulla strage eversiva di Piazza La Loggia a Brescia.

L'attentato

Sono le 10.12 del 28 maggio 1974, in piazza della Loggia, durante una manifestazione contro il terrorismo neofascista, scoppia una bomba. A terra restano 8 morti e oltre cento feriti. Lunga e difficile la strada per ricostruire le responsabilità dell'attentato di 45 anni fa. Quello di piazza della Loggia, è stato uno degli attentati più gravi degli anni di piombo e dopo decenni di indagini e processi, sono stati condannati all’ergastolo Carlo Maria Maggi e Maurizio Tramonte in quanto menti ed esecutori materiali dell’attentato.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.