Peter Cameron è un grande autore (e lo riconosci dai dialoghi e dai dettagli)

Lifestyle

Filippo Maria Battaglia

IL LIBRO DELLA SETTIMANA Lo scrittore americano torna in libreria con "Cose che succedono la notte", una storia ambientata in una terra desolata e freddissima con protagonista una coppia di New York. E si conferma un autore proverbiale e sottilissimo

Per intuire la grazia di un grande autore si può partire da molte cose: dall'ambientazione, dai personaggi, dall'intreccio. Nel caso di Peter Cameron si può cominciare dalla pagina 178 del suo nuovo romanzo, intitolato "Cose che succedono la notte" e pubblicato come i precedenti da Adelphi (traduzione di G. Oneto, pp. 241 euro 19).  Un dialogo tra un concierge di un albergo isolato in una foresta e uno dei suoi ospiti, che è poi anche uno dei protagonisti di questa storia.

La grazia chirurgica

approfondimento

"Per scrivere bene basta fare l'anatra": il podcast sui libri

Stretto da un momento di esasperazione, e  dopo non aver trovato la chiave della sua stanza, "l'uomo" (così lo chiama in tutto il romanzo Cameron) sfonda la porta. E, alla garbata incredulità del concierge, risponde che era solo un porta da quattro soldi e cava al suo interno. Ecco, a quel punto, il concierge risponde secco: "Anche se una cosa è vuota, non significa che non abbia valore".

Ora, non è tanto la frase in sé: quella la potrebbe scrivere chiunque; piuttosto, è la capacità di inserire, con una grazia chirurgica quasi proverbiale, quella frase all'interno di un dialogo, rendendola assolutamente verosimile, e senza lasciare il sapore eufemistico e un po' posticcio di certe altre narrazioni.

Amore, gentilezza e autoinganno

approfondimento

Libri da leggere, i Consigli di lettura di Sky Tg24. FOTO

È anche attorno a questi dettagli e a questi mirabili dialoghi (poco più avanti ce ne è uno, folgorante e brevissimo, sull'amore e la gentilezza) che Cameron imbastisce un gran romanzo imperniato sull'autoinganno e la manipolazione, confermandosi uno dei talenti più puri della narrativa internazionale.

Un grande scrittore, insomma, in grado di non restare schiacciato dal successo dei suoi primi romanzi, ma di maturare ancora e di diventare sempre più affinato e sottile senza perdere la grande capacità di raccontare.

 

P.S. "Cose che succedono la notte" racconta la storia di una coppia newyorchese in un albergo sperduto in una terra freddissima. Ci sono anche un guaritore, un orfanotrofio, un imprenditore e una bizzarra signora che ha fatto la circense e l'attrice. Ma questo è davvero secondario: ciò che conta è tutto il resto.

Lifestyle: I più letti