Invincible, i dolori del giovane supereroe

Lifestyle

Cristian Paolini

Il protagonista del fumetto di Robert Kirkman, recentemente sbarcato su Amazon Prime con una serie animata, è un teenager che sviluppa i suoi poteri come retaggio paterno, e con quelli anche i superproblemi. Chi vi ricorda?

Nulla si crea, nulla si distrugge. È un principio filosofico che si adatta bene anche ai fumetti di supereroi. Invincble, lanciato da Amazon su Prime nelle ultime settimane come nuova serie di punta, è la summa di quanto enunciato. Il protagonista è un teenager che sviluppa i suoi poteri come retaggio paterno, l’onnipotente Omni-Man, baffuto alieno proveniente da un mondo lontano. E se vi ricorda qualcuno con grande esse e mantello non state sbagliando, esattamente come il protagonista, Mark Grayson, porta lo stesso cognome del primo storico Robin, altro omaggio all'universo DC. 

invincible
Saldapress

Un romanzo di formazione a tratti violento

approfondimento

Invincible: il trailer della serie tv animata in arrivo

 

Le analogie tra l’opera scritta da Robert Kirkman, autore di The Walking Dead, e disegnata da Cory Walker e Ryan Ottley per Image Comics e la cosmogonia di genere potrebbe proseguire all’infinito. Eppure, la storia di Invincible che può volare e ha forza e resistenza che crescono con il passare del tempo e l’esperienza accumulata, si gode al di là dei suoi superpoteri. 

inv
Saldapress

Un romanzo di formazione violento

leggi anche

Buzzkill, un geniale fumetto tra supereroi e dipendenze

È un romanzo di formazione, a tratti decisamente forzato e violento, che incrocia lo stile soap opera alla Spider Man (non a caso il protagonista è un ragazzo impegnato oltre che con gli scontri contro i suoi avversari con i conflitti dell’adolescenza) ad avventure degne delle grandi saghe cosmiche. Lo stile non è mai banale, e anzi ha trovate narrative interessanti con flashback e rimandi continui che strutturano e destrutturano la storia proprio come la materia primigenia di cui è intessuta. 

The Invincible
Saldapress

Una serie animata ricca di colpi di scena

leggi anche

Haxa, termina la saga Bao. Pellizzon: "Fantasy tra Le Guin e Tolkien"

Qualità che un po’ si perdono nella versione animata realizzata per la tv che fin dal primo episodio non difetta comunque di colpi di scena, a volte decisamente disturbanti. Nota di merito per tutto il cast di personaggi che girano intorno a Mark, a partire dalla madre ai compagni di battaglia, che contribuiscono alla costruzione di un universo convincente e palpitante. Nulla si crea, nulla si distrugge. Soprattutto quando si è invincibile. Anzi Invincible.

Leggi tutti gli altri approfondimenti di Fumettopolis

Lifestyle: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.