Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Chi è Carlos Ghosn, artefice dell'alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi

Carlos Ghosn (Getty)
3' di lettura

Classe 1954, brasiliano ma di origini libanesi, è entrato in Renault nel 1996. Nel 1999 diventa amministratore delegato di Nissan Motor in Giappone. Il 19 novembre 2018 è stato arrestato con l'accusa di violazione dei regolamenti finanziari

Il presidente dell'alleanza Nissan-Renault-Mitsubishi Motors, Carlos Ghosn, è stato arrestato il 19 novembre 2018 con l'accusa di violazione dei regolamenti finanziari: avrebbe falsificato documenti nel corso di diversi anni, rilevando la cattiva amministrazione di asset aziendali. Classe 1954, brasiliano di nascita, con una famiglia di origini libanesi, Ghosn è uno dei maggiori protagonisti dell’industria dell’automobile da diversi decenni.

L’esordio nel mondo dell’auto

Ha esordito nel mondo dell’auto nel 1978 come amministratore delegato del colosso dei pneumatici Michelin Nord America. Entrato in Renault nel 1996, il suo primo incarico di prestigio è stato quello di amministratore delegato di Nissan Motor in Giappone nel 1999, dopo che la compagnia automobilistica francese si era impossessata del 44% delle azioni del secondo marchio di auto nipponico dietro a Toyota. Ghosn ha costruito le basi della svolta verso il settore dell'auto elettrica e ha lanciato la Leaf, diventata la vettura a batteria più venduta al mondo. Il successo ottenuto con la gestione di Nissan è servito a Ghosn come trampolino  per ottenere l'incarico di amministratore delegato del Gruppo Renault e Nissan il primo maggio del 2005, in sostituzione di Louis Schweitzer.

L’incarico da presidente dell’Alleanza Renault-Nissan

Nel decennio successivo Ghosn ha contribuito a valorizzare i due brand, realizzando importanti partnership, come quella con la tedesca Daimler, che ha portato alla produzione congiunta della Renaut Twingo e della Smart Mercedes. Dopo aver mantenuto per oltre dieci anni le cariche di amministratore delegato di Renault e Nissan, il primo aprile 2017 Ghosn ha lasciato la guida di Nissan, mantenendo solo l'incarico di presidente del consiglio di amministrazione, per concentrarsi sull'Alleanza Renault-Nissan, la quale grazie anche al contributo fondamentale dell'acquisto del 34% di Mitsubishi, si è guadagnata la prima posizione fra i costruttori mondiali per numero di vetture e veicoli commerciali venduti nel 2017, superando Volkswagen e Toyota.

L’ingresso di Mitsubishi

L'ingresso di Mitsubishi nell'universo Renault Nissan ha aperto la possibilità per il gruppo nipponico di sfruttare le piattaforme già esistenti che fanno da base a modelli come Renault Clio e Nissan Qashqai, mentre la casa francese e Nissan hanno potuto sfruttare il sistema ibrido sviluppato da Mitsubishi. Questo scambio di tecnologie permetterà in futuro alle tre Case dell'Alleanza considerevoli risparmi da destinare agli ingenti investimenti che dovranno consolidare l'Alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"