Atlantia, Benetton e Blackstone lanciano Opa a 23 euro per azione: titolo vola in Borsa

Economia

A questo si aggiunge un dividendo di 0,74 euro che porta a 23,74 euro il valore dell'azione a chi aderisce. L'annuncio arriva prima dell'apertura dei mercati

ascolta articolo

Edizione, holding controllata dalla famiglia Benetton, e Blackstone annunciano l'Offerta pubblica di acquisto totalitaria su Atlantia. Il prezzo dell'acquisizione è stato fissato a 23 euro per azione. All'offerta si aggiunge un dividendo di 0,74 euro che valuta la società a 58 miliardi di euro debito incluso. L'obiettivo è perseguire l'acquisizione di tutte le azioni e procedere con il delisting di Atlantia da Piazza Affari. Benetton sfida così il gigante spagnolo delle costruzioni ACS, che aveva già messo gli

occhi sul gruppo italiano di autostrade e aeroporti. In caso di successo, questa sarebbe una delle più grandi offerte di acquisizione dall'inizio dell'anno.

L'operazione di Edizione e Blackstone

Benetton è il principale azionista di Atlantia con una quota del 33,1%. L'obiettivo è contrastare i piani di ACS che intende allearsi con i due fondi Brookfield e Gip per conprare Atlantia e prendere il controllo delle sue autostrade. L'obiettivo dell'Opa annunciata oggi è quello di proteggere Atlantia rispetto ai piani di investimento a lungo termine della famiglia Benetton per il gruppo, che considera "strategico". I Benetton intendono anche impedire che la società autostradale Abertis, di proprietà congiunta con ACS, passi sotto il controllo esclusivo del gruppo spagnolo.

Gli azionisti in campo

leggi anche

Atlantia: Benetton uniti, no a uno spezzatino

L'Opa lanciata questa mattina è il primo importante passo deciso da Alessandro Benetton, 58 anni, figlio del cofondatore del gruppo Luciano Benetton e nuovo presidente di Edizione, entrato

in carica a gennaio. L'operazione è stata fatta da un soggetto ad hoc, controllato al 65% da Benetton e al 35% da Blackstone. Un altro azionista storico, la Fondazione Cassa Risparmio di Torino (4,54%), intende aderire avendo siglato un accordo con i due partner che prevede la consegna in Opa del 4,3% detenuto nella società.

Mosse e contromosse tra Benetton e Perez

Il gruppo spagnolo ACS, guidato dal presidente del Real Madrid Florentino Perez, il 6 aprile scorso aveva annunciato di aver raggiunto "un accordo esclusivo" con Gip e Brookfield, in base al quale ACS avrebbe acquistato "la maggioranza della divisione concessioni autostradali". Il giorno dopo la holding Benetton aveva replicato che un tale accordo non era "di interesse" in quanto avrebbe portato alla "rottura del gruppo Atlantia". Alla luce dell'Opa lanciata questa mattina, gli analisti aspettano di vedere quale sarà la contormossa di Perez che dispone di liquidità extra derivante dalla vendita della sua attività energetica al gigante francese delle costruzioni Vinci nel 2021 per circa 4,9 miliardi di euro e potrebbe lanciare una nuova Opa. Secondo gli analisti di Kepler, però, "un'acquisizione ostile di Atlantia da parte di ACS è improbabile che abbia successo senza un accordo con il principale azionista di Atlantia, Edizione". Senza contare il fatto che il governo italiano, che ha "golden power", cioè poteri speciali in settori considerati strategici, potrebbe "giocare un ruolo nel contestare un'acquisizione" di Atlantia.

Titolo Atlantia vola in Borsa: +5,38%

Dopo la notizia del lancio dell'Opa a 23 euro per azione da parte di Schemaquarantatrè, società detenuta interamente da Schemaquarantadue Spa (Holdco), il cui capitale è posseduto al 65% da Sintonia (la subholding di Edizione), il titolo di Atlantia apre la giornata a +5,38%. Come si legge in una nota, la ratio dell'offerta di Benetton e Blackstone è quella di "sostenere pienamente la strategia di investimento a lungo termine, l'attuale piano industriale e la crescita sostenibile di Atlantia e fornire, inoltre, il supporto e le risorse necessarie affinché Atlantia sia in grado di cogliere le opportunità di investimento che si presenteranno nel settore delle infrastrutture e della mobilità e consolidare la sua posizione di leadership in tale settore". Una strategia che al momento viene premiata in Borsa.

Economia: I più letti