Bonus mobilità, cosa non sta funzionando nel Click Day

Economia

Lorenzo Borga

Il racconto di un click day per ottenere lo sconto di massimo 500€ sull'acquisto di biciclette e monopattini. Cosa sta andando storto

È arrivato il giorno del bonus bici e monopattini, con un click day. E io, come tanti altri italiani, ho tentato di ottenere lo sconto tramite il sito www.bonusmobilita.it. Avevo infatti acquistato una bicicletta poco dopo l'annuncio del governo, per evitare di utilizzare i mezzi pubblici. Già allora l'acquisto non era stato semplice: ero dovuto tornare in negozio dopo una settimana per chiedere la fattura, oltre al semplice scontrino, visto che il governo aveva deciso di renderla necessaria.

 

Questa mattina il Ministero dell’Ambiente, per evitare di vedere down ben presto il proprio sito, ha organizzato una coda virtuale degli utenti, così che le richieste arrivino scaglionate e non tutte assieme. E nonostante qualche primo minuto in cui il sito non ha funzionato, in effetti non è stato difficile mettersi in coda verso le 9:15. Il sito ha distribuito in modo casuale i posti e così ho scoperto che c’erano 120.898 persone davanti a me. Non male, su Twitter alcuni screenshot mostravano attese superiori ai 600mila utenti. Nonostante qualche pausa, la coda si è aggiornata ogni 30 secondi e in circa tre ore è arrivato il mio turno.

Screenshot dal sito del Ministero dell'Ambiente
Il mio turno alle 9:15

approfondimento

Poste Italiane, lo Spid non funziona nel giorno del Bonus Mobilità

Ma è allora che qualcosa è andato storto. Avevo sottomano la fattura dell’acquisto, la partita Iva del negozio, il mio Iban e le credenziali per accedere a Spid. Ma è proprio quest’ultimo passaggio che si è rivelato un collo di bottiglia. Nonostante il sito del Ministero fosse operativo, il portale Spid di Poste Italiane, il provider di identità digitali più diffuso, nel mio caso non ha mai funzionato. Sia la pagina dove inserire le proprie credenziali, che ho dovuto ricaricare decine di volte, e ancor peggio l’applicazione sullo smartphone con cui effettuare la verifica della propria identità. E così, dopo continui tentativi, sono scaduti i 20 minuti di tempo disponibili del proprio turno.

I problemi di Spid
I problemi di Spid

leggi anche

Bonus mobilità 2020, Costa: "Nuovi fondi, rimborseremo tutti"

Perciò il sito del Ministero, questa volta puntuale, mi ha riportato in fondo alla fila, dopo quasi 600mila persone. E lo stesso è avvenuto anche 5 ore dopo, al secondo tentativo. La stessa esperienza è accaduta a molti altri utenti, non solo di Poste Italiane. Intanto i fondi a disposizione sono ancora molti (dati del Bonus tracker di SkyTG24), circa il 90 per cento del finanziamento, probabilmente perché non sono stato l'unico in coda a non poter richiedere lo sconto. Il governo ha sempre assicurato che i soldi ci saranno per tutti, ma il rischio è che chi non lo richiederà entro i primi giorni, o chi sta riscontrando problemi informatici sulla piattaforma, rimanga escluso. Facendo qualche semplice calcolo, se tutti i 600mila in coda ottenessero uno sconto di 350€, il bonus si esaurirebbe già in 24 ore, nonostante le promesse.

Clicca qui se non vedi il grafico.

Economia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.