Dl Semplificazioni, arriva il via libera del Governo "salvo intese"

Economia

Dopo un Consiglio dei Ministri fiume, arriva il via libera "salvo intese" del Governo. Approvato anche il Piano nazionale di riforma. Priorità alle opere da sbloccare

Dal Codice degli appalti all’abuso d’ufficio. Dai parchi nazionali e le energie rinnovabili fino al Programma nazionale di riforma, l’assestamento di bilancio, la digitalizzazione della Pubblica amministrazione. Tutto in una lunga discussione in Consiglio dei MInistri durata ore. Poi è arrivato il via libera del governo al decreto semplificazioni, "salvo intese": perchè ancora tengono banco le divergenze sull'abuso d'ufficio e sulle deroghe alle norme di appalti e opere pubbliche da affidare a commissari. (LE PRINCIPALI MISURE: FOTOGALLERY). Il consiglio dei ministri viene convocato in tarda serata (ore 21.30, ma poi comincia alle 23) e va avanti tutta la notte. Alla fine è il presidente del Consiglio Giuseppe Conte a dover trovare la quadra tra le varie posizioni e rigidità cercando una tregua "con la formula del "salvo intese». Quindi è solo il primo tempo di una lunga trattativa. 

I contenuti

approfondimento

Decreto semplificazioni 2020, le opere approvate: da Mose a Tav. FOTO

 

48 articoli in meno di 100 pagine per realizzare un’accelerazione degli investimenti e delle infrastrutture, ma anche per introdurre misure di semplificazione procedimentale e di sostegno e diffusione dell’amministrazione digitale e per adottare misure di semplificazione in materia di attività imprenditoriale, di ambiente e di green economy, al fine di fronteggiare le ricadute economiche conseguenti all’emergenza sanitaria. 

 

Le riforme

 

Ma in consiglio dei Ministri c’è anche il Programma nazionale di riforma, che serve per andare in Europa con un piano credibile di riforme e che il giorno prima del tour europeo del premier, che inizia oggi, riceve il via libera dei ministri. Approvato anche il ddl sull’assestamento di bilancio. Ma si profila il terzo scostamento di bilancio del 2020: altri 20 miliardi di euro per mettere in sicurezza le misure di contenimento pensate per combattere la crisi creata dall’epidemia. L’autorizzazione dovrà arrivare entro la fine di luglio.

Economia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24