Coronavirus, Gualtieri: “Risorse Ue sono un’occasione storica, importante spenderle bene”

Economia
©Ansa

Il ministro dell’Economia parla a Sky Tg24 degli interventi europei per fronteggiare l’emergenza Covid-19: “Una grande opportunità per rendere l'Italia un Paese più moderno e giusto”. Sui dati: "numeri in netto miglioramento che consentono di essere cautamente ottimisti”. Poi sull’attivazione del Mes in futuro: “Vedremo”

"È importante spendere bene" le risorse che arriveranno dall’Ue per far fronte alle conseguenze dell'emergenza coronavirus (GLI AGGIORNAMENTI LIVE). "È un’occasione storica, una grande opportunità per rendere l'Italia un Paese più moderno e giusto". A dirlo è il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri che, intervistato a Sky Tg24, aggiunge: “Le risorse arriveranno all'inizio del 2021. È prematuro parlare di scostamenti aggiuntivi, se servono risorse aggiuntive lo faremo a tempo debito". Poi, sull’attivazione del Mes in futuro risponde: "Vedremo".

Coronavirus, “numeri in netto miglioramento”

approfondimento

Recovery Fund, von der Leyen illustra il piano europeo da 750 miliardi

Sui dati relativi all’emergenza coronavirus, Gualtieri spiega che abbiamo "dei numeri in netto miglioramento, che consentono di essere cautamente ottimisti sul futuro". E ribadisce: "La prima misura economica è il contenimento del virus, per questo abbiamo adottato fin dall'inizio una linea della massima prudenza e ancora adesso, pure in una fase di riapertura prudente e graduale, monitoriamo con attenzione gli sviluppi dell'epidemia e ci sono delle regole precise per valutare i passi avanti necessari".

“Dati Istat migliori del previsto “

Gualtieri infine commenta i dati Istat che "sono migliori di quanto previsto". Il ministro infatti ricorda che la previsione del governo per il primo trimestre 2020 contenuta nel Def indicava un calo del Pil del 5,5%, contro il -5,3% misurato oggi dall'Istituto di statistica. "È positivo non solo che siamo in linea con quello che noi abbiamo previsto", ma anche che "questo governo ha sempre fatto previsioni prudenti e per questo le nostre previsioni sono credibili", aggiunge Gualtieri.

Economia: I più letti