Debito Napoli, la città divisa in due manifestazioni. LE FOTO

In piazza Municipio centinaia di persone a fianco di De Magistris, che ha chiesto l'intervento del governo sui debiti del Comune. In piazza Trieste e Trento contromanifestazione organizzata da alcune associazioni a cui hanno aderito esponenti di Pd, Lega, Fi e Casapound
  • ©ANSA
    La questione del debito del Comune di Napoli divide la città. Centinaia di persone manifestano in piazza Municipio, sotto lo slogan ‘No al debito ingiusto. Napoli Libera’, nell’iniziativa promossa dal sindaco Luigi de Magistris. Mentre in piazza Trieste e Trento, si sono riuniti vertici del Pd napoletano, esponenti della Lega e di Forza Italia ma anche di Casapound che rispondono con il vessillo ’Verità per Napoli’ e adesivi con le scritte ‘No al sindaco. Napoli libera’ - In migliaia per le strade di Napoli contro la violenza delle baby gang
  • ©ANSA
    Al centro della questione ci sono i debiti contratti dal Comune. In piazza Municipio si protesta contro le sanzioni disposte dalla Corte dei Conti che un mese fa, respingendo il ricorso del Comune, ha contestato all'amministrazione napoletana di non aver iscritto nel bilancio 2016 il debito di 90 milioni contratto nel 1981 con il consorzio Cr8 - Debito Campidoglio, giunta accusa governo su scelta nuovo commissario
  • Al primo debito se ne aggiunge un altro, per circa 60 milioni, sul commissariato per l'emergenza rifiuti, di circa dieci anni fa. Nella foto, i manifestanti in piazza Municipio - In migliaia per le strade di Napoli contro la violenza delle baby gang
  • ©ANSA
    Per questi debiti il Comune di Napoli rifiuta la paternità e ha chiesto al governo di farsene carico. "Per il 70% sono debiti di Stato", ha detto il sindaco che nei giorni scorsi ha sentito al telefono il premier Gentiloni con il quale ci sarebbe un accordo di massima, non ancora formalizzato, per un intervento del governo - Dietrofront del Sun: Napoli scompare da elenco città più pericolose
  • ©ANSA
    De Magistris, inoltre, vuole costituire una delegazione, composta da amministratori e consiglieri comunali, che andrà a Roma per sensibilizzare sulla questione Mattarella. Nella foto, la teca di san Gennaro realizzata da palloncini durante la manifestazione - Debito Campidoglio, giunta accusa governo su scelta nuovo commissario
  • ©ANSA
    Nella foto, piazza del Municipio. Dall’altra parte, in piazza Trieste e Trento, la contromanifestazione. Qui però, all’arrivo dei manifestanti di Casapound, il segretario regionale del Pd, Assunta Tartaglione, e il segretario provinciale di Napoli, Massimo Costa, hanno scelto di lasciare l'evento - In migliaia per le strade di Napoli contro la violenza delle baby gang