Maturità 2021, come calcolare il voto: dalla conversione dei crediti al bonus di 5 punti

Cronaca
©Ansa

Il calcolo della valutazione finale sarà la preoccupazione di molti studenti che dal prossimo 16 giugno sosterranno la prova orale per ottenere il diploma. Per essere promossi si parte da un minimo di 60 fino a un massimo di 100 e per i più meritevoli è prevista anche la lode. Ma attenzione, a causa dell’emergenza coronavirus e della conseguente riduzione della maturità alla sola prova orale, anche quest’anno verranno utilizzati criteri specifici

Conversione dei crediti già ottenuti, punti ottenuti all’esame orale e poi il bonus: ecco come calcolare il voto finale di maturità. Sarà la preoccupazione di molti studenti che dal prossimo 16 giugno sosterranno la prova orale per ottenere il diploma. Per essere promossi si parte da un minimo di 60 fino a un massimo di 100, e per i più meritevoli è prevista anche la lode. Ma attenzione, a causa dell’emergenza coronavirus e della conseguente riduzione della maturità alla sola prova orale, anche quest’anno verranno utilizzati criteri specifici per il calcolo. Sono diversi i fattori che determineranno il voto, eccoli tutti nel dettaglio.

Più peso al credito scolastico

approfondimento

Maturità 2021, date e scadenze: il calendario completo

Il punteggio finale consiste sostanzialmente nella somma tra: i crediti scolastici ottenuti durante gli ultimi tre anni di studi; il voto d'esame di Maturità 2021; ulteriori eventuali 5 punti di bonus. La novità principale consiste nel fatto che, con una sola prova orale come oggetto d’esame, assumerà molto più peso il credito scolastico e dunque l’andamento in classe nell’ultimo triennio.

Il calcolo dei crediti

approfondimento

Maturità 2021, pubblicata la lista dei nomi dei presidenti d'esame

Generalmente il credito scolastico aveva un valore massimo di 40 punti, così ripartiti negli ultimi tre anni di scuola: massimo 12 punti il primo anno, massimo 13 punti il secondo anno e massimo 15 punti il terzo anno. Ma quest’anno si considererà un valore complessivo più alto, vale a dire 60 punti totali. La quota di punti che si ottiene per ciascun anno dipende comunque dalla media di voto raggiunta nelle pagelle finali. Tuttavia andrà fatta una proporzione per convertire i crediti ottenuti con il vecchio sistema e passare al nuovo. Di seguito tutte le tabelle di conversione.

Conversione dei crediti assegnati alla fine della classe terza

Media dei voti uguale a 6. Credito conseguito: 7-8. Nuovo credito: 11-12.

Media dei voti maggiore di 6 e inferiore o uguale a 7. Credito conseguito: 8-9. Nuovo credito 13-14.

Media dei voti maggiore di 7 e inferiore o uguale a 8. credito conseguito: 9-10. Nuovo credito: 15-16.

Media dei voti maggiore di 8 e inferiore o uguale a 9. Credito conseguito: 10-11. Nuovo credito: 16-17.

Media dei voti maggiore di 9 e inferiore o uguale a 10. Credito conseguito: 11-12. Nuovo credito: 17-18.

Conversione dei crediti assegnati alla fine della classe quarta

Media dei voti inferiore a 6. Credito conseguito: 6-7. Nuovo credito: 10-11.

Media dei voti uguale a 6. Credito conseguito: 8-9. Nuovo credito: 12-13.

Media dei voti maggiore di 6 e inferiore o uguale a 7. Credito conseguito: 9-10. Nuovo credito 14-15.

Media dei voti maggiore di 7 e inferiore o uguale a 8. credito conseguito: 10-11. Nuovo credito: 16-17.

Media dei voti maggiore di 8 e inferiore o uguale a 9. Credito conseguito: 11-12. Nuovo credito: 17-18.

Media dei voti maggiore di 9 e inferiore o uguale a 10. Credito conseguito: 12-13. Nuovo credito: 19-20.

Crediti assegnati alla fine della classe quinta

Media dei voti inferiore a 6. Credito assegnato: 11-12.

Media dei voti uguale a 6. Credito assegnato: 13-14.

Media dei voti maggiore di 6 e inferiore o uguale a 7. Credito assegnato: 15-16.

Media dei voti maggiore di 7 e inferiore o uguale a 8. Credito assegnato: 17-18.

Media dei voti maggiore di 8 e inferiore o uguale a 9. Credito assegnato: 19-20.

Media dei voti maggiore di 9 e inferiore o uguale a 10. Credito assegnato: 21-22.

Il calcolo del voto della prova orale

approfondimento

Maturità 2021, siglato Protocollo sicurezza per esami: le misure

Come detto, l’unica prova dell’esame di Stato sarà il colloquio orale, per il quale è previsto un punteggio totale di 40 punti. Non esiste un voto minimo previsto, ma la sufficienza corrisponde matematicamente a 24 punti. Esiste una griglia sulla base della quale la commissione determinerà il punteggio e tiene conto dei seguenti elementi.

  • Acquisizione dei contenuti e dei metodi delle diverse discipline del curriculum, con particolare riferimento a quelle d’indirizzo: da 1 a 10 punti.
  • Capacità di utilizzare le conoscenze acquisite e di collegarle tra loro: da 1 a 10 punti.
  • Capacità di argomentare in maniera critica e personale, rielaborando i contenuti acquisiti: da 1 a 10 punti.
  • Ricchezza e padronanza lessicale e semantica, con specifico riferimento al linguaggio tecnico e/o di settore, anche in lingua straniera: da 1 a 5 punti.
  • Capacità di analisi e comprensione della realtà in chiave di cittadinanza attiva a partire dalla riflessione sulle esperienze personali: da 1 a 5 punti.

I 5 punti bonus e la lode

approfondimento

Maturità 2021: mascherine, distanziamento e ipotesi test rapidi

Sono previsti infine 5 ulteriori punti di bonus maturità. Sono 5 punti extra che la commissione, all’unanimità, può decidere di assegnare ai candidati che ritiene più meritevoli. Questi punti possono essere utili anche per ottenere la lode, perché se il candidato ha già raggiunto 100 punti senza il bonus, la commissione potrà decidere di premiarlo assegnando la lode. Anche in questo caso deve essere una decisione presa all’unanimità dall’intera commissione.

Cronaca: i più letti