Covid, ultime news. Bollettino: 12.956 nuovi casi su 310.994 tamponi, 336 morti

Secondo l'ultimo report, il rapporto positivi-tamponi si attesa al 4,16%. In calo terapie intensive (-15) e ricoveri ordinari (-232). Definite sei categorie per l'accesso ai vaccini nella fase 2. I primi ad essere vaccinati, indipendentemente dall'età, saranno i soggetti 'estremamente vulnerabili', poi gli over 70. Alle prime 5 categorie andranno i vaccini a mRna, alla sesta AstraZeneca. Riserve dalle Regioni: "Difficile da realizzare, mancano le dosi"

1 nuovo post
Secondo i dati del ministero della Salute, nelle ultime 24 ore, sono stati registrati 12.956 nuovi contagi a fronte di un numero record di tamponi (310.994). I decessi sono 336. Calano le terapie intensive (-15) e i ricoveri ordinari, -232 (BOLLETTINO - GRAFICHE - MAPPE)
Nuovo piano vaccini. I primi ad essere vaccinati nella fase 2, indipendentemente dall'età, saranno i soggetti 'estremamente vulnerabili': chi soffre di malattie critiche e severe, persone trapiantate, patologie oncologiche, gravi obesità. Poi la fascia 75-79 anni e 70-74 anni. Quindi persone con particolare rischio clinico dai 16 ai 69 anni; tra 55 e 69 anni senza condizioni di rischio clinico; e persone tra 18 e 54 anni senza aumentato rischio clinico. Alle prime 5 categorie andranno i vaccini a mRna, alla sesta AstraZeneca. Riserve delle Regioni: 'Difficile da realizzare, mancano le dosi'. 

Le ultime notizie:

Per ricevere le notizie di Sky TG24:

  • La newsletter sulle notizie più lette notizie (clicca qui
  • Le notifiche su Facebook Messenger (clicca qui
  • Le notizie audio con i titoli del Tg (clicca qui)
- di Daniele Troilo

Il liveblog termina qui. Per tutti gli aggiornamenti segui il nuovo live di giovedì 11 febbraio

- di Steno Giulianelli

Covid Italia, saturazione posti letto non intensivi: le regioni sopra la soglia d’allerta

Superano il 40% di posti Covid occupati (escluse le terapie intensive), Umbria (55%), Marche (46%), Provincia autonoma di Bolzano (44%) e Puglia (40%). In Italia i ricoverati sono 19.280 (-232), più altre 2.128 persone in rianimazione (-15). Il bollettino del 10 febbraio del ministero della Salute segnala 12.956 nuovi casi su 310.994 tamponi effettuati in 24 ore (compresi i test antigenici). LEGGI TUTTO
- di Steno Giulianelli

Per ricevere le notizie di Sky TG24:

  • La newsletter sulle notizie più lette notizie (clicca qui
  • Le notifiche su Facebook Messenger (clicca qui
  • Le notizie audio con i titoli del Tg (clicca qui)
- di Steno Giulianelli

Covid, studio: epidemia in Europa nata da focolaio Italia

La pandemia in Europa probabilmente e' iniziata prima della chiusura delle frontiere nella primavera del 2020, e il ceppo del virus predominante nel continente e' partito in Italia e da qui si e' diffuso. E' quanto rileva uno studio pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences (PNAS) e condotto da Sarah Nadeau e Timothy Vaughan, del Dipartimento di scienze biosistemiche e ingegneria  di Basilea. "Nelle fasi iniziali di un'epidemia, la chiusura delle frontiere puo' ritardare l'arrivo di un agente patogeno, dando ai paesi piu' tempo per prepararsi", si legge nell'articolo. "Tuttavia il successo di questa strategia dipende da un'applicazione tempestiva e da una buona conoscenza di dove sta gia' circolando l'agente patogeno". L'indagine per determinare  l'origine geografica del ceppo predominante in Europa ha portato alla conclusione che corrisponde al focolaio italiano, e dal 1 aprile dello scorso anno due terzi delle sequenze SARS-CoV-2 raccolte in Europa appartenevano a questo ceppo, mentre solo il 10% delle sequenze e' attribuibile ad altri ceppi provenienti da paesi extraeuropei. 
- di Steno Giulianelli

Covid, in Ue superato il mezzo milione di morti

I morti nell'Unione europea a causa del Covid hanno superato quota 500.000. Ad oggi ne sono stati registrati 501.531 (sui quasi 20.550.000 contagiati). Negli ultimi giorni, comunque, il trend sembra migliorare. Nella settimana dal 3 al 9 febbraio sono stati registrati in media 103.250 nuovi casi di Covid-19 ogni giorno nei 27 Stati membri, ovvero il 16% in meno rispetto ai sette giorni precedenti. I decessi registrati in media ogni giorno sono stati 3.137 (-7%).
 
- di Steno Giulianelli

Covid, esperto Oms: non fate affidamento su intelligence Usa

Il presidente Usa Joe Biden "deve sembrare duro con la Cina. Per favore, non fate troppo affidamento sulle informazioni  dell'intelligence americana: sempre piu' disimpegnate sotto Trump e francamente sbagliate su molti aspetti". Lo scrive su Twitter Peter Daszak, uno degli esterti del team dell'Oms che ha concluso la missione a Wuhan per verificare l'origine del Covid-19, dopo che il Dipartimento di Stato americano ha messo in dubbio la trasparenza del loro lavoro. "Felice di aiutare la Casa Bianca sulla ricerca di verifica. Non dimenticate che e' questione di 'fiducia' e poi di 'verifica'!", ha aggiunto Daszak. 
- di Steno Giulianelli

Covid, in Brasile 1.330 morti e 59 mila contagi in 24 ore

Il Brasile ha registrato 1.330 morti di Covid-19 e 59.602 contagi nelle ultime 24 ore, secondo il Consiglio nazionale delle segreterie di salute. Dall'inizio della pandemia, le vittime salgono a 234.850 a fronte di 9.659.167 casi ufficiali. Gli Stati piu' colpiti sono San Paolo con 55.419 vittime, Rio de Janeiro con 30.950, e Minas Gerais con 16.233. 
- di Steno Giulianelli

Covid, New York riapre arene e stadi per sport e spettacolo

Dal Madison Square Garden nel cuore di Manhattan al Barclay's Center di Brooklyn, New York riaprira' al pubblico le arene e gli stadi per gli eventi di spettacolo e sport a partire dal 23 febbraio. Lo ha annunciato il governatore Andrew Cuomo. La capacita' sara' limitata al 10% dei posti e agli eventi potranno partecipare solo spettatori vaccinati o che saranno risultati negativi ai test anti-Covid. 
- di Steno Giulianelli

Covid Italia, saturazione posti letto non intensivi: le regioni sopra la soglia d’allerta

Superano il 40% di posti Covid occupati (escluse le terapie intensive), Umbria (55%), Marche (46%), Provincia autonoma di Bolzano (44%) e Puglia (40%). In Italia i ricoverati sono 19.280 (-232), più altre 2.128 persone in rianimazione (-15). Il bollettino del 10 febbraio del ministero della Salute segnala 12.956 nuovi casi su 310.994 tamponi effettuati in 24 ore (compresi i test antigenici). LEGGI TUTTO
- di Steno Giulianelli

Von der Leyen fa autocritica su vaccini: peccato di ottimismo

La presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen, nel suo intervento alla plenaria dell'Eurocamera, ha fatto autocritica sui vaccini, insistendo pero' sulla volonta' di raggiungere "l'obiettivo di immunizzare il 70% della popolazione in Europa entro l'estate". "Siamo  arrivati in ritardo con le autorizzazioni, siamo stati troppo ottimisti sulla produzione di massa, e forse siamo stati un po' troppo sicuri sul fatto che le quantita' ordinate sarebbero state consegnate in tempo utile. Dovremmo chiederci perche' e' successo e quali insegnamenti trarne", ha detto
- di Steno Giulianelli

Vaccino, in Piemonte oggi somministrate 6.619 dosi

Sono 6.619 le persone che hanno ricevuto il vaccino contro il Covid oggi in Piemonte. A 5.366 e' stata somministrata la seconda dose. Lo comunica l'Unita' di crisi regionale. La fase 1  riguarda il personale del servizio sanitario regionale, unitamente ad ospiti ed operatori delle Rsa. Dall'inizio della campagna si e' proceduto complessivamente all'inoculazione di 264.218 dosi (delle quali 120.999 come seconda dose), corrispondenti al 91,5% delle 288.850 dosi finora disponibili per il Piemonte, nelle quali non sono ancora conteggiate le prime 17.800 dosi di vaccino AstraZeneca consegnate nella giornata di oggi e che serviranno per l'avvio, a partire da domani, della campagna di vaccinazione delle Forze dell'ordine, Forze Armate e Polizia municipale.
- di Steno Giulianelli

Bonaccini: domani orientamento Regioni su spostamenti

"Domattina abbiamo una conferenza straordinaria delle regioni e delle province autonome perche' dovremo prendere un orientamento sul tema degli spostamenti tra regioni". Lo spiega, al Tg2 Post, il presidente Stefano Bonaccini in merito alle restrizioni anti-Covid. 
- di Steno Giulianelli

Bonaccini: con vaccini estate sarà come anno scorso

Se noi avremo vaccinato una buona parte della popolazione io penso che la prossima estate potra' essere come quella dell'anno scorso". Lo afferma al Tg2 Post il  presidente dell'Emilia-Romagna Stefano Bonaccini. "Mi auguro cheil turismo riparta, e' una delle prime voci del pil", ha auspicato. 
- di Steno Giulianelli

Vaccini, Bonaccini: a Draghi chiesto uno sforzo in più


"Quello che abbiamo chiesto al presidente incaricato e' che ci sia uno sforzo nelle prossime settimane per arrivare ad avere vaccini piu' di oggi, e anche nuovi vaccini". Cosi' Stefano Bonaccini, presidente dell'Emilia-Romagna e della Conferenza delle Regioni a Tg2 Post. "Ad esempio penso al vaccino russo - aggiunge - attendiamo col riconoscimento delle autorita' preposte, che possa aggiungersi agli altri. Su Astrazeneca, oggi abbiamo avuto una riunione tecnico politica e abbiamo detto che vorremmo avere certezze se si possa utilizzare anche oltre 55 anni, che non sia considerato un vaccino di serie B o di serie C. Nei prossimi giorni arriveranno risposte". I vaccini, ha proseguito il governatore emiliano, "sono fondamentali non solo perche' ci proteggono, ma perche' ci sono categorie economiche sociali che da quasi un anno sono chiuse o ristrette nelle loro attivita'. Vaccinare adesso le categorie piu' a rischio, per eta' e per professione, comportera' che nei prossimi mesi crollera' il numero degli accessi negli ospedali e questo sara' nei parametri che non porteranno a peggiorare la situazione e quindi a non restringere mai piu'". 

- di Redazione Sky TG24

Merkel: vogliamo vaccinare insegnanti prima dell'estate

La Germania potrebbe procedere alla vaccinazione dei docenti e del personale di scuole e asili "prima dell'estate". Lo ha detto Angela Merkel parlando con i giornalisti dopo il vertice con i governatori dei Laender. "Il governo e i Laender sono d'accordo nel valutare se sia possibile modificare i regolamenti vaccinali in modo da
sottoporre al vaccino il personale delle scuole elementari e degli asili prima del previsto", ha spiegato ancora la cancelliera, dato che si tratta di figure professionali "che non hanno sempre la possibilita' di mantenere le necessarie distanze" per evitare contagi. "Si tratta dunque di dare un segnale alle scuole; c'e' un particolare dovere di protezione" verso queste categorie.
- di Redazione Sky TG24

Abruzzo, stop spostamenti area metropolitana Pescara

"Divieto di ingresso/uscita nel e dal comune, eccetto che per caso comprovato da esigenze lavorative, da situazioni di necessita' ovvero per motivi di salute; divieto di stazionamento e assembramento nelle piazze, nei centri storici ed in prossimita' degli esercizi commerciali; rigoroso rispetto delle regole vigenti sul contingentamento d'ingresso in tutte le attivita' commerciali". E' quanto disposto per i comuni di Pescara, Montesilvano, Spoltore (Pescara) e Francavilla al Mare (Chieti) dall'ordinanza "immediatamente esecutiva" firmata oggi dal presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio. L'ordinanza dunque prevede, per 14 giorni, maggiori restrizioni nell'area metropolitana, dove si registra un repentino aumento dei contagi. Il provvedimento inoltre dispone per i comuni di Gessopalena (Chieti), Torrevecchia Teatina (Chieti), Carsoli (L'Aquila), Pianella (Pescara), Bucchianico (Chieti), Giulianova (Teramo) "la sottoposizione a monitoraggio intensivo, dando mandato alle Asl territorialmente competenti di notiziare tempestivamente il Dipartimento Sanita' sugli esiti di detto monitoraggio, qualora i parametri suindicati suggeriscano l'adozione di misure restrittive a livello comunale". Confermato infine "il monitoraggio intensivo per il Comune di Chieti". Nell'ordinanza sono riportate le considerazioni del Gruppo tecnico scientifico regionale (Gtsr) che parla di un "peggioramento della situazione di circolazione del SARS COV-2 sul territorio regionale, che va ad estendersi su una sempre piu' ampia area dello stesso e che e' aggravata dalla presenza acclarata delle 'varianti' del virus". Secondo il Gtsr sussistono "ai fini di prevenzione e di tutela della salute pubblica, dei presupposti per l'applicazione di misure restrittive maggiormente mirate rispetto a quelle previste dal Dpcm 14.01.2021, necessitando nella fattispecie misure mirate alla riduzione della mobilita' nei comuni, province ed aree metropolitane, ove vi sia un incremento del tasso di positivita' sulla popolazione maggiore del 20%".
- di Redazione Sky TG24

Toti: entro 24-36 ore decisioni su confine Francia

"E' possibile che entro 24-36 ore si decida se attivare o meno ulteriori misure restrittive per il Ponente della Liguria, stiamo aspettando il nuovo bollettino dell'Iss atteso per domani". Lo ha detto il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti stasera in una diretta video sull'andamento della pandemia covid. "Ritengo che la Liguria sara' inserita ancora in fascia gialla, ma vorrei capire quale e' l'analisi macroscopica della nostra Regione fatta dall'Iss - ha sottolineato - Lo dico nella consapevolezza che le misure restrittive sono dolorose, incidono su attivita' commerciali gia' allo stremo, sono un fastidio e un danno per la nostra vita, quindi non le prendiamo a cuor leggero, se dovessimo farlo. Stiamo monitorando tutti i dati del Ponente per capire se sara' possibile evitarle o invece dovremo prenderle".
- di Redazione Sky TG24

Lilly: combinazione anticorpi potenzialmente contro varianti

"Con il rischio di resistenza che emerge con la diffusione di vari ceppi del virus in tutto il mondo, bamlanivimab ed etesevimab insieme potrebbero potenzialmente essere efficaci contro una gamma piu' ampia di varianti di SARS-CoV-2 presenti in natura dal momento che questi nuovi ceppi si sono diffusi in tutto il mondo",  ha affermato Daniel Skovronsky, chief scientific officer di Lilly e presidente dei Lilly Research Laboratories. La FDA oggi ha autorizzato la riduzione dei tempi di infusione per bamlanivimab da solo e bamlanivimab ed etesevimab insieme, rispettivamente di soli 16 o 21 minuti rispetto ai 60 minuti indicati prima.
- di Redazione Sky TG24

Merkel: vecchio virus sparirà, mutazione sarà dominante

La variante britannica del virus "prenderà il sopravvento", "il vecchio virus sparirà e convivremo con un nuovo virus", di cui ancora non abbiamo molte conoscenze. Lo ha detto Angela Merkel, spiegando dove risiedano le ragioni dell'atteggiamento prudente della Germania, nel corso della conferenza stampa in cui a Berlino si è annunciato il prolungamento del lockdown fino al 7 marzo. La diffusione delle mutazioni "potrebbe provocare una nuova crescita esponenziale" nei prossimi mesi, "e per questo dobbiamo stare molto attenti e tenere i contagi molto molto bassi", ha concluso Merkel.
- di Redazione Sky TG24

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24