Coronavirus, oltre 83mila italiani rientrati dall’estero con l’assistenza della Farnesina

Cronaca
©Ansa

Un comunicato del ministero degli Esteri spiega che, dall’inizio dell’emergenza, i nostri connazionali sono tornati da 118 Paesi diversi grazie a più di 800 operazioni aeree, marittime e terrestri. “Negli ultimi due giorni sono tornati 868 italiani provenienti da Kenya, Repubblica Dominicana, Giamaica e Cuba”

Sono oltre 83mila gli italiani rientrati in Italia, con l’assistenza della Farnesina, dall’inizio dell’emergenza coronavirus (GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA - LO SPECIALE). A dare i numeri è un comunicato del ministero degli Esteri. I nostri connazionali, spiega, sono tornati da 118 Paesi diversi grazie a più di 800 operazioni aeree, marittime e terrestri.

Farnesina: “Lavoro incessante per garantire rimpatrio italiani”

approfondimento

Coronavirus, le linee guida dell'Ue per la ripresa del turismo

Nella nota, la Farnesina aggiunge che “negli ultimi due giorni sono tornati in Italia 868 connazionali provenienti da Kenya, Repubblica Dominicana, Giamaica e Cuba, rimasti bloccati e fatti rientrare con quattro voli speciali organizzati dalle Ambasciate in coordinamento con l'Unità di Crisi del ministero”. Inoltre, prosegue il comunicato, “ieri sera è atterrato a Monaco l'aereo con a bordo due delle cinque famiglie italiane che si erano recate in Colombia per completare le procedure di adozione internazionale ed erano rimaste bloccate a causa dell'epidemia. Le tre famiglie restanti rientreranno con un volo previsto nei prossimi giorni”. Infine, la Farnesina assicura che, “con tutte le Ambasciate e i Consolati nel mondo, continua a lavorare incessantemente per garantire il rimpatrio dei cittadini italiani rimasti bloccati all'estero in piena sicurezza" (LA MAPPA GLOBALE DEL CONTAGIO - LE TAPPE).

Gli italiani rientrati dal Senegal

Nelle scorse ore sono tornati in Italia anche alcuni nostri connazionali bloccati in Senegal. Il Paese ha chiuso i confini alla fine di marzo per l'emergenza coronavirus e da allora l’Ambasciata d’Italia a Dakar assiste gli italiani rimasti bloccati. Dopo un primo volo speciale effettuato il 3 aprile, di concerto con l'Unità di Crisi della Farnesina, sabato ne è stato organizzato un secondo per altre 150 persone circa, molte delle quali con urgenza di rientrare al lavoro. Il volo Dakar-Malpensa, spiega un comunicato della rappresentanza diplomatica, è stato effettuato con il coinvolgimento della compagnia di bandiera senegalese AirSenegal. Oltre agli italiani, sull'aereo hanno viaggiato anche cittadini senegalesi stabilmente residenti per lavoro in Italia.

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.