Coronavirus, in Italia quasi 120mila casi totali. Nelle ultime 24 ore morte 766 persone

Cronaca

I casi totali sono 119.827. Di questi, sono 85.388 i contagiati attuali, di cui 52.579 in isolamento domiciliare senza sintomi o con sintomi lievi, 28.741 ricoverati e 4.068 in terapia intensiva. I guariti nelle ultime 24 ore sono 1.030, per un totale di 19.758

In Italia le persone complessivamente risultate positive al coronavirus, compresi guariti e deceduti, hanno quasi raggiunto quota 120mila: sono 119.827 (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - LO SPECIALE - LE GRAFICHE CON I NUMERI DEI CONTAGI). Di questi, 85.388 sono i contagiati attuali, di cui 52.579 in isolamento domiciliare senza sintomi o con sintomi lievi, 28.741 ricoverati e 4.068 in terapia intensiva. Le persone guarite nelle ultime 24 ore sono 1.480 che portano il totale a 19.758, mentre il numero totale dei decessi registrati è di 14.681: nell’ultimo giorno sono stati 766 (ieri erano stati 760). Sono questi i dati del consueto bollettino quotidiano della Protezione Civile sulla diffusione del contagio (COME LEGGERE I NUMERI - DOMANDE E RISPOSTE DEGLI ESPERTI -  LE BUFALE SMENTITE DALL'ISS).

I dati regione per regione

Dai dati della Protezione civile emerge che i contagiati attuali sono:

26.189 i malati in Lombardia
12.178 in Emilia-Romagna
8.861 in Veneto
9.130 in Piemonte
3.631 nelle Marche
4.909 in Toscana
2.746 in Liguria
3.009 nel Lazio
2.352 in Campania
1.324 in Friuli Venezia Giulia
1.659 in Trentino
1.209 in provincia di Bolzano
1.949 in Puglia
1.664 in Sicilia
1.301 in Abruzzo
920 in Umbria
560 in Valle d'Aosta
744 in Sardegna
662 in Calabria
144 in Molise
247 in Basilicata.

Quanto alle vittime, se ne registrano:
8.311 in Lombardia
1.902 in Emilia-Romagna
572 in Veneto
1.043 in Piemonte
557 nelle Marche
290 in Toscana
519 in Liguria
181 in Campania
199 nel Lazio
136 in Friuli Venezia Giulia
164 in Puglia
146 in provincia di Bolzano
101 in Sicilia
146 in Abruzzo
39 in Umbria
70 in Valle d'Aosta
204 in Trentino
45 in Calabria
41 in Sardegna
11 in Molise
11 in Basilicata.

Borrelli sulle misure: "Al momento esiste una sola data che è il 13 aprile"

Durante la conferenza stampa il capo della Protezione civile Angelo Borrelli ha ribadito sulla questione della "fase 2": "Al momento c'è una sola data che è quella del 13 aprile. Oggi alcune mie parole sono state equivocate, avevo fatto un ragionamento: avevo detto che misure sarebbero state determinate in relazione all'evoluzione della situazione in atto. Per questo motivo è difficile fare previsioni ed abbassare la guardia". 

80mila tamponi in due giorni, in totale quasi 620mila

Negli ultimi due giorni sono stati fatti 80mila tamponi, ha reso noto Borrelli, sottolineando che che a oggi sono stati fatti complessivamente 619.849 tamponi, dei quali oltre 325mila in Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto.

Borrelli: "In arrivo la task force degli infermieri"

Il capo della Protezione civile ha poi spiegato che: "Tra domani e domenica è in arrivo, nelle regioni più colpite, il primo contingente della task forze infermieri in Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte, Liguria, Marche Valle D'Aosta e Trentino Alto Adige".

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.