Negramaro, Lele Spedicato sta meglio. I medici: risponde agli stimoli

Cronaca
spedicato_gabriele_kikapress

Il chitarrista è stato colpito il 17 settembre da emorragia cerebrale. I medici del Vito Fazzi, ospedale dove è ricoverato, hanno fatto sapere che “ha recuperato conoscenza e ha risposto ai primi stimoli”

Sono "in lieve ma continuo miglioramento le condizioni di salute" di Emanuele Spedicato (CHI È - LE HIT DELLA BAND - LA SOLIDARIETÀ), il chitarrista dei Negramaro che dallo scorso 17 settembre è ricoverato in Rianimazione al Vito Fazzi di Lecce per una emorragia cerebrale. Il bollettino medico diramato dall'Asl Lecce evidenzia che "pur restando la prognosi riservata, Spedicato ha evidenziato progressi dal punto di vista neurologico, recuperando lo stato di coscienza e dando risposte ai primi stimoli cui è stato sottoposto".

I medici: “Risultati buoni”

"In questi giorni - sottolineano i medici - i sanitari del reparto di Rianimazione dell'ospedale Vito Fazzi di Lecce hanno monitorato costantemente i parametri vitali del paziente, risultati sempre buoni, e l'evoluzione del quadro clinico neurologico". Già lo scorso 19 settembre i medici avevano espresso “cauto ottimismo” sulle condizioni del chitarrista.

Cronaca: i più letti