Huawei, il Mate 10 sfida Apple con l'intelligenza artificiale

Un'immagine del Huawei Mate 10 Pro (Huawei)
4' di lettura

Il gruppo cinese ha presentato i suoi nuovi smartphone top di gamma. Per sfidare Cupertino e Samsung, si punta anche sul prezzo e sulle fotocamere

Huawei sembra non aver paura dei propri concorrenti. La presentazione del Mate 10, il suo smartphone top di gamma, è infatti un lungo confronto con il principale competitor: l'iPhone. Seguendo la tradizione, è il Ceo Richard Yu a guidare l'intero keynote, nel quale come previsto vengono presentati due dispositivi: il Mate 10 e il Mate 10 Pro. Con una sopresa: un terzo smartphone chiamato Mate X e firmato Porsche Design.

Design e display

Dal punto di vista estetico, Huawei punta, in linea con le richieste del mercato, su un display "edge to edge", cioè privo (o quasi) di bordi. Quanto al design, si distingue per compattezza e linearità, con il lato posteriore arrotondato. Confermate le indiscrezioni sulle dimensioni: la versione standard avrà un display da 5,9 pollici. Il Pro sarà da 6, con un Oled da 2,560x1,440 pixel: misure notevoli, considerando che l'iPhone 8 Plus arriva a 5,5. Il formato dello schermo (18:9) e i bordi striminziti consentono però di avere dimensioni complessivamente contenute: il dispositivo è infatti (sia nella versione Lite che Pro) più stretto e corto dell'iPhone.

Batteria "intelligente"

Il Mate 10 monterà una batteria da 4000 mAh, assai più capiente rispetto ad iPhone e Samsung. E, in tema di ricarica, la novità più interessante è la capacità di apprendre le abitudini dell'utente (grazie all'intelligenza artificiale) per massimizzare la durata del funzionamento del dispositivo. C'è anche la funzione "ricarica rapida", in grado di alimentare il Mate dall’1 al 20% in 10 minuti e dall’1 al 58% in mezz'ora.

Accesso con impronte digitali

Nonostante il display ampio, Huawei non punta sul riconoscimento facciale e continua a dare fiducia al sensore di impronte digitali per l'accesso. La soluzione adottata è quella sempre rifiutata da Apple: spostare il sensore (che non ha più spazio sulla parte frontale) sul retro, appena sotto gli obiettivi della fotocamera.

Fotocamere Leica

Proprio il set di fotocamere è uno degli elementi su cui punta il gruppo cinese, accompagnato da una partnership con Leica, storico marchio della fotografia. Entrambi i Mate hanno una doppia fotocamera posteriore, da 12 e 20 megapixel monocromatici e con un'apertura focale notevole.

I colori

Mate e Mate 10 saranno disponibili in quattro colorazioni, ma non saranno le stesse. In comune avranno solo "pink gold" e "mocha brown". La versione base aggiunge "champagne gold" e "nero". Quella con display più ampio "grigio titanio" e "midnight blue". Il Mate X Porsche sarà solo nero.

L'intelligenza artificiale

Gli Huawei avranno Oreo 8, l'ultima versione del sistema operativo Android. Come fatto presagire dal lancio del processore Kirin 970 durante l'Ifa di Berlino, il gruppo cinese punta molto sull'intelligenza artificiale. Sarà infatti il motore dello smartphone, con alcune applicazioni molto utili. Oltre a un adattamento della batteria alle abitudini degli utenti, durante la presentazione il Mate 10 si è dimostrato capace di riconoscere le immagini riprese dall'obiettivo e di adattare le impostazioni fotografiche in base al soggetto. L'intelligenza artificiale sarà anche in grado di velocizzare la traduzione simultanea, non solo tramite voce ma anche attraverso le immagini: per ottenerla si scatta una foto a un testo.

La modalità pc

Il Mate 10 è resistente all'acqua. E, tra le curiosità più apprezzate dalla platea di Monaco, ha presentato la modalità pc: si può collegare lo smartphone a uno schermo più grande per rendere più comoda la propria postazione di lavoro. I dati dello smartphone restano a disposizione e il dispositivo si trasforma in un "mouse", o meglio in un touchpad, come quelli presenti sui portatili. Sarà quindi più semplice lavorare alle presentazioni professionali o guardare un film.

I prezzi

I prezzi sono, come sempre, un elemento che gioca a favore di Huawei. In Italia i Mate 10 saranno disponibili da novembre, ma arriveranno solo il Pro e quello disegnato da Porsche. Il primo, con 6GB di Ram e una memora di 128GB, e solo nei colori "midnight blue" e "grigio titanio", parte da 849 euro. Il Porsche, che si rivolge a un mercato più esclusivo, parte da 1.395 Euro.

Leggi tutto
Prossimo articolo

le ultime notizie di skytg24