India, lanciato nello spazio un razzo con più di 100 satelliti. FOTO

L’Agenzia spaziale indiana Isro nella notte tra il 14 e il 15 febbraio, intorno alle 4.30 ora italiana, ha mandato in orbita il Pslv-C37, con 104 satelliti. Secondo l’agenzia si tratta di un nuovo primato nel campo dell'esplorazione spaziale. LA FOTOGALLERY

  • ©Getty Images
    Il 15 febbraio, intorno alle 4.30 ora italiana, dal centro spaziale Satish Dhawan di Sriharikota, sulla costa orientale dell’India, è stato lanciato il razzo Pslv-C37, che ha portato in orbita in una sola volta 104 satelliti – Il video del lancio
  • ©Getty Images
    Secondo il presidente dell’Indian space research organisation, Kiran Kumar Rao, il lancio è stato effettuato con successo e si tratta di un grande risultato per l’agenzia spaziale – La notizia sul sito dell’Agenzia spaziale indiana
  • ©Getty Images
    All’interno del razzo sono presenti 104 satelliti. 101 di questi sono nanosatelliti non di proprietà indiana: 96 degli Stati Uniti, e uno a testa per Israele, Kazakhistan, Paese Bassi, Svizzera ed Emirati Arabi – SpaceX torna in orbita
  • ©Getty Images
    Il record precedente apparteneva alla Roscosmos, l’agenzia spaziale russa, che nel giugno 2014 riuscì a trasportare 37 satelliti in una sola volta – Spazio, l'India verso lancio da record: 104 satelliti con un razzo
  • Anche il presidente indiano Narendra Modi si è voluto congratulare con l’Agenzia per il successo raggiunto. Su Twitter ha scritto: “Questa straordinaria impresa costituisce motivo d’orgoglio per la nostra comunità scientifica e per la Nazione” (Foto tratta dalla pagina Facebook dell’Isro) – Il tweet del presidente Modi
  • Quello del 15 febbraio non è il primo lancio di questo tipo per l’Agenzia aerospaziale indiana. Già nel giugno del 2016, infatti, era riuscita a portare con successo in orbita 20 satelliti (Foto: Isro) – La Terra vista dallo spazio
  • Il Pslv-C37 è un razzo dal peso di 320 tonnellate e con il lancio del 15 febbraio è arrivato al suo 39esimo volo (Foto: Isro) – Kazakistan, la benedizione prima del viaggio nello spazio
  • I satelliti sono stati rilasciati a un’altezza di poco più di 500 chilometri sopra la superficie della Terra e per la maggior parte saranno destinati alla realizzazione di immagini del nostro pianeta – Russia, primo lancio dalla nuova base spaziale di Vostochny