Nuova Zelanda in allerta per l’arrivo del ciclone Cook. FOTO

La maxi tempesta che sta per abbattersi sul Paese sarà tra le peggiori "degli ultimi decenni". Per questa ragione numerose città sulla costa settentrionale sono state evacuate e in molti si sono spostati nell’entroterra. LA FOTOGALLERY
  • ©Getty Images
    Il ciclone Cook ha raggiunto la baia di Plenty, nel Nord della Nuova Zelanda, il 13 aprile alle 18.30 locali (le 8.30 italiane) con piogge torrenziali e onde elevate. Sin dal giorno precedente le autorità hanno fatto evacuare numerose città sulla costa settentrionale – Gli aggiornamenti sul New Zealand Herald
  • ©Getty Images
    Cook, a causa di forti piogge torrenziali e venti fino a 150 chilometri l'ora, è stato classificato come un "ciclone extra-tropicale" – Nuova Zelanda, danni e allerta tsunami dopo forte terremoto
  • ©Getty Images
    In molti prima di rifugiarsi nell’entroterra hanno preso d’assalto i supermercati per fare scorta di viveri – Nuova Zelanda nella morsa degli incendi, una vittima
  • ©Getty Images
    Il livello di allerta ha suscitato molta preoccupazione soprattutto tra i cittadini di Auckland, la città più popolosa della Nuova Zelanda e che si trova sull'Isola del Nord. In molti, infatti, hanno intasato strade e autostrade nel tentativo di allontanarsi dalla costa, considerata il luogo più a rischio in vista dell’arrivo del ciclone Cook – Nuova Zelanda, 300 balene morte sulla spiaggia di Farewell Spit
  • ©Getty Images
    Il 13 aprile 137 scuole e 133 asili sono rimasti chiusi in via precauzionale su tutta l'Isola del Nord – Nuova Zelanda, italiano ucciso durante una rapina
  • ©Getty Images
    Secondo i meteorologi Cook sarà il peggior ciclone degli ultimi decenni, paragonabile a quello che ha colpito la Nuova Zelanda nel 1968, il ciclone Giselle, che causò anche l’affondamento del traghetto Wahine, uccidendo 52 persone – Le mongolfiere nel cielo della Nuova Zelanda