Israele, i preparativi della Pasqua tra gli ebrei ultraortodossi. FOTO

Nella città di Bnei Brak si tengono gli ultimi preparativi prima dell'inizio della Pesach, che commemora l'esodo dall'Egitto di circa 3500 anni fa. Per l'occasione si bruciano tutti gli alimenti lievitati, il cui consumo è proibito durante l’intera settimana. LA FOTOGALLERY

  • In Israele ci si prepara per le celebrazioni della Pasqua ebraica (Pesach). In particolare, nella città di Bnei Brak, gli ebrei ultraortodossi bruciano tutti gli alimenti lievitati. Il loro consumo, infatti, è proibito durante l’intera settimana in cui si commemora l’esodo dall’Egitto di circa 3500 anni fa -
    ©Getty Images
    In Israele ci si prepara per le celebrazioni della Pasqua ebraica (Pesach). In particolare, nella città di Bnei Brak, gli ebrei ultraortodossi bruciano tutti gli alimenti lievitati. Il loro consumo, infatti, è proibito durante l’intera settimana in cui si commemora l’esodo dall’Egitto di circa 3500 anni fa - Egitto, stato di emergenza per 3 mesi. Israele blocca frontiera a Taba
  • Nella città di Bnei Brak, gli ebrei ultraortodossi bruciano gli alimenti lievitati, proibiti durante la settimana della Pasqua ebraica. A causa della fretta con cui gli ebrei scapparono dall'Egitto, infatti, il pane che avevano preparato per il viaggio non ebbe il tempo di lievitare. Per commemorare i propri antenati, dunque, durante questa celebrazione non vengono consumati cibi contenenti lievito -
    ©Getty Images
    Nella città di Bnei Brak, gli ebrei ultraortodossi bruciano gli alimenti lievitati, proibiti durante la settimana della Pasqua ebraica. A causa della fretta con cui gli ebrei scapparono dall'Egitto, infatti, il pane che avevano preparato per il viaggio non ebbe il tempo di lievitare. Per commemorare i propri antenati, dunque, durante questa celebrazione non vengono consumati cibi contenenti lievito - Dove si trova la città di Bnei Brak
  • Durante la celebrazione della Pasqua ebraica si commemora la liberazione dalla schiavitù e l'esodo dall'Egitto di circa 3500 anni fa -
    ©Getty Images
    Durante la celebrazione della Pasqua ebraica si commemora la liberazione dalla schiavitù e l'esodo dall'Egitto di circa 3500 anni fa - Exodus - Il film sull'esodo dall'Egitto degli ebrei
  • La festività dura otto giorni per gli ebrei nel mondo, sette invece nella sola Israele dove quest'anno la settimana di Pasqua inizierà ufficialmente al tramonto del 10 aprile -
    ©Getty Images
    La festività dura otto giorni per gli ebrei nel mondo, sette invece nella sola Israele dove quest'anno la settimana di Pasqua inizierà ufficialmente al tramonto del 10 aprile - A Londra i “druidi” celebrano l'equinozio di primavera
  • I due principali comandamenti legati a questa festività sono cibarsi di pane non lievitato ed evitare di nutrirsi di qualsiasi cibo contenente lievito. Di qui il rituale in cui si brucia tutto ciò che contiene questo ingrediente -
    ©Getty Images
    I due principali comandamenti legati a questa festività sono cibarsi di pane non lievitato ed evitare di nutrirsi di qualsiasi cibo contenente lievito. Di qui il rituale in cui si brucia tutto ciò che contiene questo ingrediente - Il Papa riceve le Ceneri: “Mai ridurre la fede a cultura di ghetto"
  • Il termine Pesach, con il quale viene indicata la Pasqua ebraica, trae origine dalle vicende raccontate nel Libro dell'Esodo, nel quale Dio annuncia agli ebrei la liberazione dalla schiavitù dall'Egitto -
    ©Getty Images
    Il termine Pesach, con il quale viene indicata la Pasqua ebraica, trae origine dalle vicende raccontate nel Libro dell'Esodo, nel quale Dio annuncia agli ebrei la liberazione dalla schiavitù dall'Egitto - Gerusalemme, riapre al pubblico l’edicola della Tomba di Cristo
  • L'ebraismo ultraortodosso è una forma molto conservatrice dell'ebraismo ortodosso. I suoi seguaci considerano la loro dottrina estensione di una catena che fa capo a Mosè (che ha guidato l'esodo degli ebrei) e alla Torah (il libro sacro nel quale sono contenute le consegne del Signore date sul monte Sinai) -
    ©Getty Images
    L'ebraismo ultraortodosso è una forma molto conservatrice dell'ebraismo ortodosso. I suoi seguaci considerano la loro dottrina estensione di una catena che fa capo a Mosè (che ha guidato l'esodo degli ebrei) e alla Torah (il libro sacro nel quale sono contenute le consegne del Signore date sul monte Sinai) - Shoah, una mostra a Milano ricorda la deportazione degli ebrei romani
  • Oltre a Israele, comunità di ultra-ortodossi sono presenti in Nordamerica ed Europa -
    ©Getty Images
    Oltre a Israele, comunità di ultra-ortodossi sono presenti in Nordamerica ed Europa - Giorno della memoria, il ricordo di 15 mln di vittime dell'Olocausto