Iran, la prima maratona internazionale di Teheran. FOTO

Migliaia corridori da oltre 40 Paesi del mondo hanno corso per 42 km nella capitale iraniana. L’evento, spiegano gli organizzatori, è una risposta all’attuale politica internazionale di muri e divieti. Alle atlete donne, però, è stato riservato un circuito separato. LA FOTOGALLERY

  • ©Getty Images
    Più di mille corridori da oltre 40 Paesi del mondo hanno partecipato il 7 aprile alla prima maratona internazionale di Teheran "I run Iran". In foto, il ministro dello sport Masoud Soltanifar - Il sito della maratona
  • ©Getty Images
    A volere fortemente l'evento Sebastian Straten, imprenditore olandese che ha un’agenzia di viaggi proprio a Teheran - Trump, regista e attrice iraniani boicottano l’Oscar per protesta
  • ©Getty Images
    “Vogliamo mostrare a tutti che l’Iran vuole costruire ponti, non muri” ha spiegato Straten, sottolineando anche l’importante ruolo politico dell’evento e riferendosi al recente bando anti-immigrazione del Presidente Trump - Malala: il decreto di Trump sui rifugiati "mi spezza il cuore"
  • ©Getty Images
    Gli organizzatori hanno spiegato che uno degli obiettivi dell’evento è quello di far sperimentare agli atleti stranieri l’ospitalità iraniana e far conoscere loro il cibo, la cultura e l’arte del Paese - Londra: sfida di velocità tra William, Kate e Harry
  • ©Getty Images
    Una corsa anche per sensibilizzare l’opinione pubblica in fatto di politiche ambientali: in città nel 2016, secondo Fars News, oltre 412 persone sono morte a causa dell’inquinamento atmosferico - "The Running Charity", principe Harry corre coi senzatetto di Londra
  • ©Getty Images
    Suggestivo e ricco di storia il percorso: partiti dallo Stadio Azadi, gli atleti sono passati davanti ad alcuni monumenti simbolo della città, come la Torre Azadi, Piazza Ferdowsi, costruita in onore del famoso poeta persiano, e il Teatro di Teheran - Maratona, New York blindata e pronta all'invasione
  • ©Getty Images
    Non sono tuttavia mancate le polemiche: a pochi giorni dalla gara, gli organizzatori dell’evento hanno spiegato ad Associated Press che alle atlete donne sarebbe stato riservato un circuito separato indoor - Wife Carrying Race 2017: torna la corsa con le mogli in spalla
  • ©Getty Images
    Sul sito della maratona, invece, si parla soltanto di un codice d’abbigliamento che le donne sono chiamate a rispettare: un velo per coprire il capo, una t-shirt a maniche lunghe e pantaloni da corsa che coprano le gambe. Divieto di pantaloncini anche per gli uomini, ma solo al di fuori della gara - Nike lancia Pro Hijab, il velo per le atlete musulmane