Elezioni Regno Unito, 60 anni di voto in una GIF

2' di lettura

Ecco come sono andati gli ultimi sedici confronti, dal 1955 al 2015. In attesa del voto dell'8 giugno

Conservatori o laburisti? La domanda resterà aperta almeno fino a giovedì notte quando verranno annunciati i risultati delle elezioni generali britanniche. In attesa dell’esito del voto si può dare un’occhiata a cosa è successo in passato. In particolare agli ultimi 60 anni di confronti elettorali nazionali del Regno Unito.

 

Per farlo bastano 25 secondi. Il tempo di una GIF animata che mostra come è cambiata la composizione del parlamento del Regno Unito dal 1955 ad oggi. Ovvero dalla vittoria dei conservatori guidati da Sir Anthony Eden al successo di David Cameron nel 2015. 

 

Nel mezzo ci sono le differenti “ere” politiche che hanno caratterizzato la Gran Bretagna nel dopoguerra. Per esempio, quella dominata dai “tories” tra il 1979 al 1992 sotto la direzione di Margaret Thatcher e John Mayor. O quella di segno laburista con i tre successi del partito guidato da Tony Blair tra il 1997 e il 2005. O, restando sempre a sinistra, il periodo dei quattro governi “labour” con Harold Wilson primo ministro tra il 1964 e il 1974.

 

 

 

Prospettive

Tornando all’oggi, se l’8 giugno prossimo Theresa May fosse confermata a Downing Street assisteremmo alla terza elezione generale di seguito vinta dai conservatori dopo i successi di David Cameron nel 2010 e nel 2015. Non si tratterebbe comunque di un record visto che, come accennato sopra, dal 1979 al 1992 le vittorie consecutive dei “tories” furono quattro. Stesso risultato, allargando ulteriormente la prospettiva storica, fu conseguito tra il 1918 e il 1924. 

 

 

 

Non sempre comunque ottenere la maggioranza relativa alle elezioni significa poter governare. Anche nella storia inglese ci sono stati esempi di esecutivi di colazione, di governi cosiddetti “nazionali” e situazioni in cui a Westminster il partito uscito vincitore dalle urne non aveva la maggioranza. Il risultato, in tutti i casi, sono state nuove elezioni in tempi abbastanza rapidi. 

 

 

Leggi tutto