Attacco hacker: 99 Paesi colpiti. Europol: offensiva senza precedenti

4' di lettura

Il ransomware Wannacry ha infestato i pc di mezzo mondo chiedendo un riscatto per “liberarli”. Compromesse Renault e ferrovie tedesche. In Gb si cerca di ripristinare il sistema sanitario. Telegraph: sospetti su gruppo che ha legami coi russi, avrebbero rubato virus Nsa

“Un attacco senza precedenti”. L’Europol ha definito così il cyber-attacco che ha colpito i pc di mezzo mondo. Al momento sono almeno 99 i Paesi interessati dall’offensiva del ransomware WannaCry, che blocca i computer chiedendo un riscatto da pagare in Bitcoin minacciando altrimenti di distruggere tutti i dati. Il sistema sanitario britannico è andato in tilt, la Renault ha dovuto fermare i propri impianti in Francia. Secondo una ricostruzione del quotidiano Telegraph i responsabili dell’azione potrebbero essere un “un gruppo di hacker con collegamenti con la Russia” che avrebbero “rubato una cyber-arma dell’Nsa statunitense”. Dal G7 a Bari, il governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco ha tranquillizzato: “Per ora sembra che per il sistema finanziario non ci siano problemi".

Europol: attacco senza precedenti

L’Europol ha scritto su Twitter: “Stiamo aiutando i Paesi, l'attacco ransomware è a livelli senza precedenti e richiede un'indagine internazionale”. Secondo la Bbc i Paesi colpiti sono saliti a 99, tra cui anche Russia e la Cina. La società di sicurezza informatica Avast parla di circa 75mila casi di siti infestati in tutto il mondo da WannaCry.

Colpita anche Renault

L'attacco hacker globale ha colpito anche la Renault, come ha reso noto il management della casa automobilistica. "Siamo stati colpiti", ha detto una portavoce, spiegando che da ieri i tecnici sono al lavoro per cercare una soluzione. "Stiamo facendo il necessario per reagire a questo attacco”, ma intanto è stata fermata la produzione nei suoi stabilimenti in Francia. Il fermo "è una delle misure adottate per impedire che il virus si diffonda”.

Colpito sistema sanitario Gb e ferrovie tedesche

In Gb si lavora per ripristinare i danni al sistema sanitario compromesso dall’attacco informatico che ha mandato in tilt la parte digitale dell’Nhs. Il ministro dell'Interno britannico, Amber Rudd, ha reso noto che il governo ha raccomandato agli ospedali e ai centri sanitari di "non pagare" il riscatto chiesto dal software per recuperare i dati. Rudd ha poi dichiarato: “Non possiamo ancora dire chi è dietro l’attacco”. In Germania invece è stato attaccato il sistema informatico delle ferrovie tedesche. Il traffico sui binari non ne ha però risentito.

Telegraph: "Virus rubato da russi dopo raid Usa in Siria"

Secondo il Telegraph potrebbe essere stato un gruppo di hacker con collegamenti con la Russia il responsabile dell’attacco. Un gruppo che avrebbe rubato il virus agli 007 americani all'indomani del raid aereo statunitense in Siria, forse come rappresaglia per il bombardamento ordinato dal presidente Donald Trump nella base aerea siriana. Il quotidiano britannico scrive che ad aprile la misteriosa organizzazione criminale ribattezzata “Shadow Brokers”, rese noto di aver rubato un’arma digitale da un'agenzia di spionaggio americana, che dava un accesso senza precedenti a tutti i computer che usano Microsoft Windows. Si tratterebbe di “Eternal Blue”, un tool messo a punto dalla National Security Agency (Nsa) che lo aveva voluto per entrare nei computer di terroristi e Stato nemici.

Visco: "Nessun problema a sistema finanziario"

Dei rischi legati agli attacchi informatici si parla anche al G7 dei ministri delle Finanze a Bari. Il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan ha detto: "Siamo d'accordo su molte cose, sulla riforma delle banche multiregionali di sviluppo e sulla lotta al cyber crime, che è molto attuale”. Anche il segretario al Tesoro Usa Mnuchin ha dichiarato: “Parleremo di cybersecurity, ci aspettiamo progressi”. Il governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco ha intanto detto: ”Stiamo studiando le conseguenze di questo attacco, a noi sembra che per ora per il sistema finanziario non ci siano problemi".

Leggi tutto