Francia, Macron al ballottaggio: sarò presidente contro i nazionalismi

2' di lettura

Il leader di En Marche!, al primo posto secondo le proiezioni di voto, si dice pronto ad "aprire una nuova pagina della politica". Il messaggio agli elettori: “La Francia ha risposto nel modo migliore” LO SPECIALE ELEZIONI - LIVEBLOG

Ha parlato con una bandiera europea alle spalle, al Palais des Expositions di Parigi, il leader di En Marche!, Emmanuel Macron, dopo le prime proiezioni sul voto francese che lo vedono in testa (LO SPECIALE - I VIDEO). Il primo candidato al ballottaggio del prossimo 7 maggio spera, in quella data, di essere eletto presidente per “farla finita con tutti i nazionalismi”.

"La Francia ha risposto nel più bello dei modi"

Macron ha anche ricordato ai suoi elettori che il loro voto arriva “nel momento in cui il nostro Paese attraversa un periodo inedito della nostra storia, colpita dal terrorismo e dalle sofferenze economiche”. Per il candidato indipendente la Francia, oggi, “ha risposto nel più bello dei modi, andando a votare massicciamente”. 

Sconfitti i partiti storici, ora "nuova pagina politica"

"Ho ascoltato in questi mesi i dubbi, la collera, le paure del popolo francese”, ha spiegato Macron, “sono quelle che vi hanno portato questa sera a scartare i due grandi partiti che governano da 30 anni”. Rotta la tradizione con il passato, ora la sfida è quella di “aprire una nuova pagina della vita politica” in cui “costruire una maggioranza di governo”.

Unione, ottimismo e speranza, anche in Europa

"Voglio andare oltre”, garantisce il leader di En Marche!, "e unire tutti i francesi”, con l’“ottimismo e la speranza” che si augura possano contraddistinguere non solo la Francia, ma anche tutta l’Europa. Per Macron, al contrario di quello che sostiente la sua avversaria Marine Le Pen, l'Ue deve mantensersi unita e deve proteggere, oltre che essere "rifodata".

Elezioni Francia, i video

LIVEBLOG

 



 

Leggi tutto