Alluvione Livorno, botta e risposta tra sindaco e vescovo ai funerali

Il prelato, dopo la cerimonia per quattro delle vittime : "Si cambino le procedure, basta chiacchiere". E il primo cittadino Nogarin risponde: "Lui faccia il vescovo". FOTO - VIDEO
  • ©LaPresse
    L'esterno del Duomo di Livorno dove si è svolta la cerimonia funebre della famigia Ramacciotti. Roberto, 65 anni, Simone, 37 anni, Glenda, 35 anni, e il figlio Filippo, 4 anni sono morti nella loro casa durante l'alluvione del 10 settembre. Unica sopravvissuta della famiglia è l'altra figlia della coppia - Alluvione Livorno, in elicottero sulle zone colpite
  • ©LaPresse
    Il vescovo di Livorno, monsignor Simone Giusti, fuori dal Duomo ha detto: "C'è da cambiare le procedure? C'è da mettere in moto nuove procedure di allerta perché ormai il clima è cambiato? Cambiamole, non facciamo polemiche sterili" - Alluvione Livorno, in elicottero sulle zone colpite
  • ©LaPresse
    "Sono state cambiate le procedure? Si è fatta subito una riunione di giunta per cambiare queste cose? Si sono fatte subito delle delibere? - ha continuato il vescovo Giusti - Altrimenti si fanno chiacchiere, chiacchiere, chiacchiere e la gente continua a morire" - Alluvione Livorno, in elicottero sulle zone colpite
  • ©LaPresse
    Il sindaco di Livorno, Filippo Nogarin, ha risposto così alle parole di monsignor Giusti: "Il vescovo deve fare il vescovo e occuparsi delle anime delle persone. Invece questo vescovo si occupa di cose che non sono di sua competenza. Noi abbiamo fatto tantissime cose da tre giorni a questa parte" - Alluvione Livorno, in elicottero sulle zone colpite
  • ©LaPresse
    "Non mi sembra che possa recriminare qualcosa a me - ha concluso il sindaco - o alla giunta o al gruppo di maggioranza, qualcosa di differente rispetto a quello che abbiamo già fatto. Rimando al mittente questo comportamento che per certi versi mi lascia perplesso" - Alluvione Livorno, in elicottero sulle zone colpite
  • ©LaPresse
    Alle vittime ha dedicato un pensiero anche Papa Francesco. "Rivolgo il mio pensiero ed esprimo la mia spirituale vicinanza - ha detto il Pontefice in udienza generale - a quanti soffrono a causa dell' alluvione che ha colpito il territorio di Livorno. Preghiamo per i morti, i feriti, per i rispettivi familiari e per quanti sono nella prova" - Alluvione Livorno, in elicottero sulle zone colpite