Milano ricorda l'anniversario della strage di Via Palestro. FOTO

Il 27 luglio 1993 l'esplosione di un'autobomba scosse il centro del capoluogo lombardo. A 24 anni di distanza dall'episodio, nel luogo in cui avvenne l'attentato, si è tenuta una cerimonia commemorativa. LA FOTOGALLERY
  • ©Fotogramma
    Era il 27 luglio del 1993, il contesto storico quello degli attacchi della Mafia allo Stato. Dopo gli attentati di Capaci, in via d'Amelio e di via dei Georgofili, a Firenze, anche Milano viene scossa dall'esplosione di una bomba in via Palestro. In occasione del 24esimo anniversario, la città meneghina ricorda con una cerimonia ufficiale l'episodio, nel quale persero la vita 5 persone - Strage di Capaci, 25 anni dalla morte di Giovanni Falcone. FOTO
  • ©Fotogramma
    Per manifestare la propria vicinanza alle vittime, non potevano mancare i Vigili del Fuoco (3 delle vittime appartenevano a questo corpo). Presenti anche il gonfalone dell'Anpi e alcuni famigliari delle vittime - Doppio colpo alla mafia: sequestro beni Riina, arresti clan Brancaccio
  • ©Fotogramma
    Hanno preso parte alle commemorazioni anche il sindaco di Milano Giuseppe Sala, il Prefetto Luciana Lamorgese (a sinistra), il questore Marcello Cardona (al centro) e l'assessore alla Sicurezza, Carmela Rozza (a destra) - 25 anni fa la strage di via D’Amelio. FOTO
  • ©Fotogramma
    "In questo luogo, 24 anni fa, la mafia ha colpito al cuore della nostra città. - ha detto il sindaco Sala nel suo intervento - La strage ha provocato dolore, smarrimento e rabbia, ma ha anche rappresentato un punto di svolta nella storia di Milano. La città ha saputo rispondere con dignità, ma anche con una determinazione, che ha sbarrato le porte a quella cultura di morte" - L'intervento di Beppe Sala
  • ©Fotogramma
    "A 24 anni di distanza da quel tragico episodio", scrive invece l'Anpi di Milano in una nota, "occorre riaffermare con forza la cultura della legalità, richiamando con grande fermezza i valori e i principi della Costituzione repubblicana, contro ogni forma di criminalità organizzata e ogni tentativo eversivo e autoritario, comunque mascherato" - La nota dell'Anpi Milano
  • ©Fotogramma
    Durante la stagione delle bombe del '92 e 93, la Mafia adottò una strategia per intimidire lo stato nella sua battaglia attraverso una serie di attentati dinamitardi che provocarono in tutto 21 morti - Palermo, murales per Falcone e Borsellino su parete istituto Nautico
  • ©Fotogramma
    La strage, avvenuta a pochi metri dalla Galleria d'arte moderna di Milano, è stata compiuta attraverso un'autobomba imbottita di esplosivo. La Polizia Locale notò del fumo bianco fuoriuscire dai finestrini e chiamò i Vigili del Fuoco - Palermo, danneggiati simboli di Falcone in due scuole
  • ©Fotogramma
    Pochi istanti dopo aver riconosciuto la presenza della bomba, quest'ultima esplose uccidendo 3 pompieri, un agente della Polizia locale e un cittadino del marocco che dormiva su una panchina del parco antistante - Il ministro Orlando alla scuola Falcone dello Zen: "Lo Stato reagisce"