Musei italiani da record: nel 2016 44,5 milioni di visitatori. FOTO

L’anno che si è appena concluso ha portato nei luoghi della cultura incassi per oltre 172 milioni di euro, pari al 12% in più rispetto al 2015. I dati diffusi dal ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, Dario Franceschini

  • ©ANSA
    7 gennaio 2017 – Un 2016 ancora record per i musei statali italiani, che con 44,5 milioni di visitatori e incassi per oltre 172 mln di euro registrano un incremento rispettivamente del 4% e del 12% rispetto al 2015, pari a 1,2 mln di visitatori in più e a 18,5 mln di euro di incassi in più – Dentro l'appartamento del Papa a Castel Gandolfo. FOTO
  • Lo annuncia il ministro della cultura Dario Franceschini, che sottolinea il buon risultato della sua riforma: "6 mln in più in un triennio, che rappresentano un incremento del 15% e hanno portato ad un aumento degli incassi pari a 45mln” – Il tweet del ministro
  • ©ANSA
    “Tutti dati positivi – aggiunge il ministro - che collocano l'Italia in netta controtendenza rispetto al contesto europeo dove invece si registra anche nel 2016 un calo dei visitatori nei musei, come dimostrano i dati che stanno uscendo in questi giorni" – La domenica al museo? Dal 6 novembre è gratis
  • ©ANSA
    E c'è chi sale e chi scende nella Top 30 dei musei italiani più visitati. La parte del leone la fa sempre il Colosseo insieme con il complesso del Foro romano e del Palatino, con 6.408.852 visitatori nel 2016, quasi il doppio rispetto agli Scavi di Pompei, che si attestano a 3.283.740 biglietti staccati e mantengono la seconda posizione. – Terrorismo, il Louvre perde il 15 per cento dei visitatori
  • Ma se il sito campano guadagna visitatori, l'Anfiteatro Flavio li perde. Pompei infatti nel 2015 ne aveva 2.934.010, sempre secondo i dati diffusi dal Mibact, mentre il Colosseo aveva venduto 6.551.046 biglietti, circa il 2% in più rispetto all'anno appena passato – Colosseo, le foto del restauro
  • ©ANSA
    Secondo la soprintendenza per il Colosseo e l'Area archeologica romana, si tratta di una "flessione fisiologica" dovuta anche alla paura degli attentati - I musei più visti nel 2015
  • ©ANSA
    "I mesi con il maggior calo di visitatori, infatti – spiegano dalla soprintendenza - sono stati quelli in cui il terrorismo si è fatto sentire di più, come marzo, con gli attentati di Bruxelles, o luglio, con quelli di Nizza" – Pompei, dai crolli al restauro: L'ALBUM