Maxi-sequestro in Thailandia: 330 chili di avorio. FOTO

Nell'aeroporto internazionale di Bangkok le autorità hanno intercettato 422 pezzi di zanne di elefante di contrabbando. Si tratta del primo grande sequestro di questo tipo nel 2017, che conferma il ruolo di crocevia del Paese per questi traffici illeciti. LA FOTOGALLERY

  • ©Getty Images
    Martedì 7 marzo le autorità locali thailandesi hanno comunicato di aver sequestrato 330 chilogrammi di avorio di contrabbando nel principale aeroporto di Bangkok - Elefanti in pericolo in Gabon
  • ©Getty Images
    Il materiale recuperato proveniva dal Malawi ed è composto da 422 pezzi di zanne di elefante contenuti in pacchi che apparentemente racchiudevano gemme non lavorate - Cina, stop a vendita e lavorazione dell'avorio
  • ©Getty Images
    Gli involucri sono stati controllati anche perché in un sequestro d'avorio del 2016 la merce era stata nascosta nello stesso modo - Gli elefanti sono i mammiferi più nottambuli
  • ©Getty Images
    Il sequestro ha portato all'arresto di un uomo 41enne originario del Gambia, ma ancora non è chiaro né quale fosse la destinazione finale della merce, né se ci siano altre persone coinvolte - Restano solo 7mila ghepardi
  • ©Getty Images
    Il valore della merce sequestrata è di circa 480mila dollari. Si tratta della prima operazione di questo tipo in Thailandia nel 2017 - L'appello degli scienziati: salvate le scimmie dall'estinzione
  • ©Getty Images
    Secondo le dichiarazioni delle autorità, nel 2016 in Thailandia, sono stati sequestrati complessivamente 1.200 chilogrammi d'avorio in 9 operazioni distinte - Dal Dna una speranza per salvare i rinoceronti del Borneo
  • ©Getty Images
    La Thailandia è considerata uno degli snodi più importanti del contrabbando mondiale di avorio. Per questo ha cercato recentemente di rinforzare la sua legislazione al riguardo - Giraffe a rischio estinzione
  • ©Getty Images
    L'uccisione di elefanti africani per alimentare il commercio illegale di avorio sta mettendo a rischio questa specie di grandi mammiferi - Gli elefanti a richio secondo il Wwf