"Artico. Ultima frontiera", la vita tra i ghiacci in mostra a Venezia

120 fotografie, rigorosamente in bianco e nero, firmate dai fotoreporter Paolo Solari Bozzi, Ragnar Axelsson e Carsten Egevang offrono uno sguardo inedito sull'ampia regione del pianeta e sulla popolazione Inuit. Il cambiamento climatico, la dialettica fra natura e civiltà e l’ambiente non ancora sfruttato dall’uomo. Fino al 2 aprile dalla Casa dei Tre Oci. GALLERY

  • Thule, Mikide on Inglefield Fjord, Greenland, 1999 - Oltre un centinaio di fotografie scattate da tre noti fotoreporter per raccontare una regione remota del pianeta e i cambiamenti ambientali e climatici che la riguardano: è la mostra “Artico. Ultima frontiera” ospitata presso gli spazi del centro espositivo Casa dei Tre Oci a Venezia fino al 2 aprile © Ragnar Axelsson – Artico. Ultima frontiera / Casa dei Tre Oci
  • Thule, Qaanaq, Greenland, 1987 - I fotografi Paolo Solari Bozzi, Ragnar Axelsson e Carsten Egevang sono gli autori dei 120 scatti in mostra © Ragnar Axelsson - Artico. Ultima frontiera / Casa dei Tre Oci
  • Ragnar Axelsson, Thule 1988 – Con “Artico. Ultima frontiera” tre fotoreporter offrono un punto di vista inedito su un’ampia regione del pianeta, dalla Groenlandia alla Siberia, dall’Alaska all’Islanda © Ragnar Axelsson - Artico. Ultima frontiera / Casa dei Tre Oci
  • Ragnar Axelsson, Iceland, 1995 - “Artico. Ultima frontiera” propone 120 scatti tutti in bianco e nero © Ragnar Axelsson – Artico. Ultima frontiera / Casa dei Tre Oci
  • Ragnar Axelsson, Nenets, Siberia, 2016 - L’obiettivo fotografico dell’islandese Ragnar Axelsson racconta la vita della popolazione Inuit, composta da soli 150mila individui, costretta a fare fronte quotidianamente ad un ambiente ostile © Ragnar Axelsson – Artico. Ultima frontiera / Casa dei Tre Oci
  • Nenets, Siberia, 2016 – Gli scatti di Ragnar Axelsson fissano in bianco e nero l’umanità di un popolo che lotta per la sopravvivenza quotidiana © Ragnar Axelsson - Artico. Ultima frontiera / Casa dei Tre Oci
  • Nenets, Siberia, 2016 – Mestieri quasi scomparsi e comunità dimenticate viste dall’occhio del fotoreporter islandese © Ragnar Axelsson - Artico. Ultima frontiera / Casa dei Tre Oci
  • West Greenland, Thule, 2013 - Al centro del progetto fotografico ci sono temi come “la difesa di uno degli ultimi ambienti naturali non ancora sfruttati dall’uomo, il pericolo imminente del riscaldamento globale, la sensibilizzazione verso i temi della sostenibilità ambientale e del cambiamento climatico e la dialettica tra natura e civiltà” © Carsten Egevang – Artico. Ultima frontiera / Casa dei Tre Oci
  • Ilulissat, West Greenland, 2014 – Il fotografo danese Carsten Egevang guarda alla natura selvaggia della Groenlandia © Carsten Egevang – Artico. Ultima frontiera / Casa dei Tre Oci
  • East Greenland, Scoresbysund, 2012 – Il fotoreporter con la sua macchina fotografica immortala la vita tradizionale delle popolazioni Inuit © Carsten Egevang – Artico. Ultima frontiera / Casa dei Tre Oci
  • West Greenland, Thule, 2014 – Il fotografo ha catturato gli scenari compresi nella mostra “Artico. Ultima frontiera” fra il 2002 e il 2008, periodo durante il quale ha vissuto in Groenlandia © Carsten Egevang – Artico. Ultima frontiera / Casa dei Tre Oci
  • Kap Hope, Scoresbysund, East Greenland, 2016 – Denis Curti, direttore artistico dei Tre Oci, dice: “In queste immagini l’imminenza del riscaldamento globale si fa urgenza, mentre si apre un confronto doloroso in cui l'uomo e le sue opere vengono inghiottiti dall'immensa potenza della natura” – Artico. Ultima frontiera / Casa dei Tre Oci
  • Kap Hope, Scoresbysund, East Greenland, 2016 - “Bellezza e avversità – spiega il curatore della mostra Denis Curti - sono i concetti su cui la Casa dei Tre Oci fonda questo progetto, con una mostra che intende riportare l’attenzione sui paesaggi naturali e le tematiche ambientali dei nostri giorni” © Paolo Solari Bozzi - Artico. Ultima frontiera / Casa dei Tre Oci
  • Scoresbysund, Greenland, 2016 - Fra i lavori esposti anche gli scatti dell’italiano Paolo Solari Bozzi © Paolo Solari Bozzi - Artico. Ultima frontiera / Casa dei Tre Oci
  • Sermilik Fjord, Greenland, 2016 – Il fotoreporter tra lo scorso febbraio ed aprile ha viaggiato attraverso la costa orientale della Groenlandia, testimoniando paesaggi e forme di vita con questi scatti © Paolo Solari Bozzi - Artico. Ultima frontiera / Casa dei Tre Oci
  • Sermilik Fjord, Greenland, 2016 – Cani da slitta protagonisti della mostra “Artico. Ultima frontiera” © Paolo Solari Bozzi - Artico. Ultima frontiera / Casa dei Tre Oci
  • Tasiilaq, Greenland, 2016 – La quotidianità delle popolazioni della Groenlandia catturate dallo sguardo del fotografo italiano © Paolo Solari Bozzi - Artico. Ultima frontiera / Casa dei Tre Oci
  • In occasione dell’esposizione si terranno eventi, workshop e attività collaterali - Credit: Matteo De Fina - Artico. Ultima frontiera / Casa dei Tre Oci
  • Una veduta della Casa dei Tre Oci, a Venezia, che ospita l’esposizione “Artico. Ultima frontiera” fino al 2 aprile - Casa dei Tre Oci, (c) Alessandra Chemollo Artico. Ultima frontiera / Casa dei Tre Oci