Inchiesta Ndrangheta in Piemonte, due condanne per voto di scambio

Piemonte

Per i pm il reato è stato commesso in concorso con l'ex assessore regionale Roberto Rosso, il quale sarà processato con rito ordinario. Secondo le accuse, in occasione delle elezioni regionali del 2019 i due boss hanno ottenuto dall'ex assessore 7.900 euro, versati in due tranche

Due condanne nell'ambito dell'inchiesta sulla 'Ndrangheta in Piemonte. Nel processo con rito abbreviato per voto di scambio politico mafioso O.G. e F.V., considerati affiliati a una cosca mafiosa e arrestati circa un anno fa perché accusati di aver stretto un patto elettorale con l'ex assessore regionale piemontese Roberto Rosso, sono stati condannati a 4 anni e 8 mesi e a 7 anni e 7 mesi. Lo riporta il quotidiano La Stampa.

Le accuse

Per i pm Paolo Toso e Monica Abbatecola il reato è stato compiuto in concorso con l'ex assessore, il quale sarà processato con rito ordinario. Secondo le accuse, in occasione delle elezioni regionali del 2019 i due boss hanno ottenuto 7.900 euro, versati in due tranche, da Rosso, arrestato lo scorso dicembre dalla guardia di finanza e ai domiciliari dallo scorso luglio.

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24