Tessuti Smart, anche i vestiti "parlano" tra di loro

Foto di archivio (Getty Images)
1' di lettura

I ricercatori del MIT sono riusciti a creare una nuova tipologie di fibre in grado di ricevere e fornire informazioni tramite l'utilizzo di impulsi luminosi 

L'ultimissima novità nel settore tessile sono i dispositivi elettronici indossabili: veri e propri vestiti che celano al loro interno le tecnologie più avanzate. I ricercatori del Massachusetts Institute of Technology (MIT), in collaborazione con l'Advanced Functional Fabrics of America (Affoa) e la società nordamericana Inman Mills, sono riusciti a integrare in speciali fibre polimeriche trasparenti dei dispositivi a semiconduttori optoelettronici ad alta velocità, tra cui LED e diodi fotosensibili. Questo processo è la chiave per ottenere dei vestiti hi-tech in grado di svolgere funzionalità alquanto sofisticate. Secondo i ricercatori, le capacità dei tessuti tecnologici dovrebbero crescere esponenzialmente nei prossimi anni. La scoperta è stata resa nota al pubblico sulle pagine della rivista scientifica Nature.

I segreti delle fibre tecnologiche

Per ottenere il nuovo tessuto, gli scienziati hanno aggiunto al preforma, ovvero il prodotto intermedio contenente tutte le caratteristiche dell'oggetto finito che si desidera realizzare, dei diodi semiconduttori in grado di emettere luce dalle dimensioni di un granello di sabbia e un paio di fili di rame più sottili di un capello. Quando il polimero preformato è stato scaldato all'interno di una fornace si è in parte liquefatto, formando una lunga fibra con dei diodi allineati al centro e collegati dai cavi in rame.

Chiacchiere tra vestiti

I filamenti così ottenuti sono poi stati intrecciati all'interno dei tessuti, sottoposti in seguito a ben 10 lavaggi per dimostrarne la resistenza e verificarne l'utilizzabilità nella produzione di vestiti. Gli scienziati hanno inoltre scoperto che questa nuova tipologia di fibre è in grado di rilevare le fonti di luce ed è anche resistente all'acqua. Per dimostrarlo, gli scienziati le hanno immerse in un grosso acquario e, utilizzando una lampada, hanno trasmesso un brano di Handel tramite impulsi luminosi. Le fibre hanno risposto a questa sollecitazione convertendo i segnali ricevuti in musica. Sono riuscite a resistere all'interno dell'acquario per settimane. La comunicazione tramite impulsi luminosi permette a due tessuti di questo tipo di "dialogare" tra loro, scambiandosi informazioni di vario genere.
Altre funzionalità riguardano il rilevamento del battito cardiaco e il monitoraggio delle condizioni di salute. In futuro, gli abiti hi tech potrebbero trovare numerose applicazioni sia in ambito militare che civile. 

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"