Google "Launch Night In": il 30 settembre saranno svelati il Pixel 5 e altri dispositivi

Tecnologia
Google

L’evento prevede, oltre a quello di due nuovi smartphone, anche l’annuncio del nuovo Chromecast e di uno smart speaker della linea Nest

Google ha chiesto “di tenere pronti i popcorn” per il suo evento annuale in cui presenta i nuovi dispositivi. Si chiama "Launch Night In" e si svolgerà il 30 settembre alle 2 italiane, le 11 di mattina nel Pacifico. La stampa specializzata ha già ricevuto l’invito per prenderne parte, ma quest’anno l’incontro si svolgerà in streaming a causa della pandemia da coronavirus. "Vi invitiamo a conoscere il nostro nuovo Chromecast, il nostro ultimo smart speaker e i nuovi smartphone Pixel” si legge nella comunicazione di Google.

Gli smartphone Pixel 5 e Pixel 4a

approfondimento

Smartphone 5G, entro la fine del 2020 saranno 278 milioni

 

Google pianificava da tempo di lanciare Pixel 5 entro la fine dell'anno, un cellulare che sarà dotato di tecnologia 5G. Sarà un dispositivo premium di fascia media, alimentato da un processore Snapdragon 765G. Lo smartphone sarà dotato di un display OLED da 5,8 pollici a 90 Hz o 120 Hz. Si parla anche di doppia fotocamera sul retro. Pixel 4a, che secondo The Verge arriverà negli Stati Uniti, Canada, Regno Unito, Irlanda, Francia, Germania, Giappone, Taiwan e Australia è la versione 5G del Pixel 4 di Google.

 

Un nuovo smart speaker della linea Nest

 

Durante la "Launch Night In" l’azienda di Mountain View annuncerà anche un nuovo smart speaker, che sarà a marchio Nest. Google lo aveva in parte già svelato a luglio, rilasciando alcune foto e un breve video. Come dimensioni, il dispositivo che uscirà sul mercato si troverà a metà tra Google Home, del quale si dovrà considerare il legittimo successore, e Google Home max. Dalle immagini che sono trapelate avrà un profilo verticale.

 

"Sabrina", il misterioso Chromecast

 

Nell’invito all’evento di presentazione dei nuovi hardware si fa riferimento anche al lancio di un Chromecast di nuova generazione. Secondo gli esperti sarà drasticamente diverso dalle precedenti versioni, che richiedevano il continuo accesso allo smartphone per controllare la tv (che monterà Android). Sul nuovo Chromecast si prevede più facilità di controllo grazie all'Assistente Google e probabilmente a un telecomando Bluetooth. Il progetto sarebbe internamente noto come "Sabrina".

Tecnologia: I più letti