Usa 2020: Facebook limiterà gli spot nella settimana prima del voto

Tecnologia

Si tratta di una delle decisioni prese dal colosso di Menlo Park, in vista delle elezioni presidenziali americane che si svolgeranno nel novembre prossimo

Mark Zuckerberg ha annunciato alcune misure, che stiamo implementando, per garantire l'integrità delle elezioni statunitensi, incoraggiando il voto, mettendo in contatto le persone con informazioni autorevoli e riducendo i rischi di confusione post-elettorale”. Inizia così il comunicato ufficiale di Facebook, in cui vengono annunciati, in ottica elezioni Usa 2020, alcuni provvedimenti che il social network ha deciso di adottare. Tra questi, quello di limitare gli spot politici nella settimana che precede proprio le elezioni americane, in programma a novembre.

Le decisioni di Facebook

approfondimento

Social network: da Facebook a TikTok, le novità di settembre

In particolare, spiega Menlo Park, “non accetteremo nuovi annunci politici nella settimana prima delle elezioni”. Il social media, dunque, vieterà i nuovi spot ma consentirà quelli presentati nelle settimane precedenti. Inoltre, si legge nel comunicato, segnalerà ogni post di un candidato che dichiarerà vittoria prima che vengano diffusi i risultati ufficiali, allegando un link che rimanda a fonti ufficiali quali quelle di Reuters e del National Election Pool. La decisione presa da Facebook è, inoltre, quella di rimuovere “i post che affermano che le persone possono essere contagiate dal Covid-19 se prendono parte alla votazione” e, in quest’ottica, verrà proposto un link che rimanda ad informazioni autorevoli sul coronavirus proprio in riferimento “a quei post che potrebbero utilizzare il Covid-19 per scoraggiare il voto”. Verrà quindi proposta un'etichetta informativa a quei contenuti che cercheranno “di delegittimare l'esito delle elezioni o di discutere la legittimità dei metodi di voto, ad esempio, sostenendo che i metodi di voto legali porteranno a frodi”. Tra l'altro, come segnalato in un tweet da Donie O'Sullivan, reporter della Cnn, Facebook avrebbe già messo nel mirino un video del presidente americano Donald Trump che potrebbe proprio violare le norme che il social network sta cercando di supportare sull'argomento.

Il messaggio di Zuckerberg

“Mancano solo due mesi alle elezioni negli Stati Uniti e con il Covid-19 che sta colpendo le comunità di tutto il Paese, sono preoccupato per le sfide che le persone potrebbero affrontare quando voteranno”, ha scritto Zuckerberg in un lungo post pubblicato sulla sua pagina personale di Facebook. “Sono anche preoccupato che con la nostra nazione così divisa e con i risultati elettorali che potenzialmente richiedono giorni o addirittura settimane per essere ufficialmente pubblicati, potrebbe esserci un aumento del rischio di disordini civili in tutto il Paese”, continua il numero uno di Menlo Park. “Questa elezione non sarà come le altre. Abbiamo tutti la responsabilità di proteggere la nostra democrazia. Ciò significa aiutare le persone a registrarsi e votare, chiarire la confusione su come funzioneranno queste elezioni e adottare misure per ridurre le possibilità di violenza e disordini”, ha aggiunto, prima di presentare poi, punto per punto, tutto ciò che il social network farà nei giorni immediatamente precedenti le elezioni.

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.