Coronavirus, grande successo su Twitter per l’hashtag #iorestoacasa

Tecnologia

Nato dalla mente di Filippo Sensi, nelle ultime settimane è diventato uno dei “motti” più rappresentativi del lockdown e ha accompagnato i tweet di migliaia di utenti 

Nel corso delle settimane l’hashtag #iorestoacasa (LO SPECIALE DI SKY TG24 “RESTO A CASA”), nato dalla mente di Filippo Sensi, è diventato uno dei “motti” più rappresentativi del lockdown. Su Twitter è stato rilanciato da migliaia di utenti e quotidianamente accompagna i post che descrivono le svariate attività svolte all’interno delle mura domestiche per scacciare la noia e rispettare le misure restrittive introdotte per limitare la diffusione del coronavirus Sars-CoV-2 (segui la DIRETTA di Sky TG24).

L’appello dei personaggi famosi

Esistono numerose attività che è possibile svolgere senza uscire dalle mura domestiche. Sui social non mancano mai post di persone che si allenano, cucinano, curano il giardino, giocano con i propri animali domestici, leggono libri o fumetti, portano avanti i propri videogiochi preferiti, ascoltano la musica e molto altro ancora. L’hashtag #iorestoacasa è il collante che unisce assieme tutte queste esperienze differenti ed è molto gettonato anche dai personaggi famosi della televisione, dello sport, della musica ecc. Tiziano Ferro, Laura Pausini, Paola Cortellesi, Alberto Angela e Francesco Totti, per esempio, l’hanno utilizzato per invitare i propri follower a non uscire di casa e a rispettare le misure restrittive introdotte dal governo, così da poter superare tutti assieme l’attuale emergenza sanitaria.

La passione per i libri

Non sono mancate, inoltre, varie iniziative legate alla lettura, accompagnate dagli hashtag #ioleggoacasa, #ioleggodacasa, #chileggenonsiferma e #iorestoacasaeleggo, utilizzati non solo dagli utenti, ma anche dai personaggi dello spettacolo e della cultura e dai profili social delle librerie. Oltre a leggere, i grandi collezionisti hanno passato anche parte del loro tempo a riordinare le proprie librerie e a condividere il risultato finale sul social accompagnato dall’hashtag #scaffali.

La cucina

Dover restare in casa, ha spinto molte persone a indossare il grembiule e a cercare qualche bella ricetta da preparare. Le loro creazioni, accompagnate dall’hashtag #iocucinoacasa, hanno ottenuto un buon successo su Twitter. I grandi chef, inoltre, hanno svelato alcuni dei loro segreti ai propri follower. Uno degli appuntamenti culinari che ha unito maggiormente la community del social è stato il CarbonaraDay, che è stato celebrato il 6 aprile.

La musica

Alle 18 di ogni giorno, non sono pochi gli italiani che escono sui balconi per cantare e suonare, tutti uniti dal desiderio di superare assieme l’emergenza sanitaria. Gli hashtag #iosuonodacasa e #flashmobmusicale sono ormai ben noti a tutti gli amanti della musica.

Allenarsi in casa

Non potendo più andare in palestra, molti italiani hanno preso l’abitudine di allenarsi in casa. Tra gli atleti che hanno dato preziosi consigli sugli esercizi da fare all’interno delle mura domestiche c’è anche Paul Griffen, ex rugbista a 15, che assieme ad altri personaggi dello sport ha lanciato le campagne #distantimauniti e #iomiallenoacasa.

La cultura

Anche se mostre e musei sono chiusi, varie iniziative hanno permesso agli italiani di ammirare numerose opere d’arte senza uscire di casa. Questi tour virtuali nei luoghi della cultura sono stati accompagnati dagli hashtag #laculturanonsiferma, #museichiusimuseiaperti e #museitaliani. 

Tecnologia: I più letti