Apple Watch salva un adolescente: battito cardiaco accelerato fa scoprire patologia

Tecnologia
Immagine di archivio (Getty Images)

Grazie a una notifica dello smartwatch un 13enne dell’Oklahoma ha scoperto di avere una frequenza di 190 bpm a riposo. I controlli hanno portato alla diagnosi di tachicardia sopraventricolare, risolta con un intervento di oltre sette ore 

Diverse funzioni di cui è dotato Apple Watch rendono lo smartwatch un prezioso alleato della salute. Tra queste c’è anche il rilevamento del battito cardiaco che, come riportato da 9to5Mac, si è rivelato fondamentale per aiutare un adolescente statunitense a scoprire un problema che avrebbe potuto rappresentare una seria minaccia per la sua vita. Il giovane si è reso conto proprio grazie all’Apple Watch di una frequenza cardiaca a 190 a riposo, un campanello d’allarme che ha rappresentato il punto di partenza per arrivare alla diagnosi di una patologia che ha richiesto un lungo intervento chirurgico.

L’adolescente salvato dall’Apple Watch

La storia del 13enne Skylar Joslin risale al 2018 ed è stata recentemente raccontata a Oklahoma's News 4 dalla madre del ragazzo, che dà il merito all’Apple Watch di aver dato un contributo fondamentale a salvare la vita del ragazzo. La mamma ha spiegato infatti di aver ricevuto un messaggio, con allegato uno screenshot, che segnalava la frequenza cardiaca del figlio pari a 190 bpm. Peccato che, come specificato da Skylar stesso, il giovane era seduto in classe e non impegnato in un’attività fisica. L’anomalia ha allarmato la madre che ha immediatamente trasportato il figlio in pronto soccorso, con picchi di 202 bpm registrati durante il tragitto e persino 280 bpm una volta giunti all’ospedale. I successivi accertamenti hanno portato a una scoperta che non sarebbe stata possibile senza l’Apple Watch: i medici hanno infatti diagnosticato al ragazzo una tachicardia sopraventricolare, patologia che provoca un ritmo cardiaco accelerato. Per risolvere il problema, Skylar è stato sottoposto a un intervento di ablazione cardiaca durato ben sette ore e mezza.

Apple Watch evita l’infarto a uomo brasiliano

Dopo alcuni test, volti anche a monitorare la risposta del cuore del ragazzo all’attività fisica, Skylar è riuscito anche a tornare a giocare a calcio, sport che praticava già in precedenza. La madre ha sottolineato come l’Apple Watch sia stato fondamentale per scoprire il problema che avrebbe potuto portare a gravi conseguenze, ma non si tratta della prima volta. Lo scorso gennaio, un messaggio dello smartwatch relativo a una frequenza cardiaca anomala aveva contribuito a salvare la vita di un uomo brasiliano, che è riuscito a prevenire un infarto recandosi in ospedale dopo aver ricevuto la notifica. In seguito all’episodio, Tim Cook ha scritto all’uomo protagonista della vicenda, definendolo “un’ispirazione”.

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24