MWC 2020, il coronavirus spinge LG a disertare l'evento di Barcellona

Tecnologia
Immagine di archivio (Getty Images)

L’azienda sudcoreana ha cancellato la propria partecipazione alla fiera tecnologica di Barcellona per non mettere a rischio la salute dei propri dipendenti, che sarebbero costretti a viaggiare nel mezzo dell’epidemia del virus cinese 

I colossi del settore tech di tutto il mondo hanno già iniziato ad adottare determinate misure dovute all’epidemia di coronavirus: tra questi c’è anche LG, che ha ufficialmente comunicato la decisione di disertare il Mobile World Congress (MWC) di Barcellona fissato per fine febbraio, una delle più importanti manifestazioni tecnologiche a livello globale che viene sfruttata da alcune delle maggiori aziende per presentare i nuovi dispositivi. Nonostante la grande rilevanza della kermesse, l’azienda sudcoreana ha voluto “evitare di esporre centinaia di dipendenti a viaggi internazionali”. La decisione di LG arriva dopo l’annuncio di ZTE, che a causa del virus cinese ha cancellato la propria conferenza stampa al MWC 2020.

LG non partecipa al MWC per il coronavirus

Dal 24 febbraio alcune delle maggiori aziende, da Samsung a Huawei, prenderanno parte al Mobile World Congress per svelare gli smartphone che arriveranno sul mercato nei prossimi mesi. Alla più grande fiera di telefonia mobile non ci sarà però LG, che non vuole mettere a rischio la salute dei propri dipendenti che dovrebbero viaggiare per raggiungere Barcellona proprio nel mezzo dell’emergenza legata al coronavirus (LE ULTIME NOTIZIE SUL VIRUS). In una nota, la casa di Seul ha fatto sapere che “pensando alla sicurezza dei suoi dipendenti, partner e clienti, LG ha deciso di ritirarsi dal partecipare al MWC 2020”, aggiungendo che i dispositivi che avrebbero dovuto essere svelati alla manifestazione catalana saranno presentati “in eventi separati nel prossimo futuro”. La decisione ricalca solo in parte quanto annunciato da ZTE, che rinuncerà a tenere la conferenza stampa di presentazione del 25 febbraio ma sarà comunque presente nei padiglioni del MWC.

Le conseguenze del coronavirus sul settore tech

Soltanto pochi giorni fa, l’organizzazione Gmsa (Global System for Mobile Communications) ha tenuto a rassicurare pubblico e aziende sul regolare svolgimento del MWC 2020, parlando di “impatti minimi” sulla fiera spagnola. Tra le misure che saranno adottate, volte a garantire la sicurezza dei partecipanti, ci sarà un maggiore supporto medico e programmi di pulizia e disinfezione di tutte le aree dell’evento. Di recente, Huawei ha annunciato la decisione di posticipare la conferenza per gli sviluppatori inizialmente prevista a Shenzhen, in Cina, l’11 e il 12 febbraio a causa dei casi di coronavirus in continuo aumento, specialmente nel Paese asiatico. Apple, invece, ha scelto di chiudere tutti i negozi e gli uffici in Cina fino al 9 febbraio.

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24