Arriva in Italia un supercomputer tra i più potenti al mondo

Tecnologia
Immagine di archivio (Getty Images)

L’installazione è ospitata a Genova nel primo laboratorio della rete Leonardo Labs ed è stata presentata in occasione degli Innovation Award 2019 assegnati dall’azienda italiana ai giovani ricercatori 

È arrivato in Italia uno dei supercomputer più potenti al mondo, ospitato all’interno del primo laboratorio della rete Leonardo Labs di Genova. L’installazione è stata presentata nella giornata dedicata agli Innovation Award 2019, un riconoscimento che l’azienda italiana attiva nell’industria tecnologica assegna ai giovani ricercatori, incoraggiandoli a proporre innovazioni che consentano all’Italia di restare al passo con la rapida crescita del settore. L’obiettivo di Leonardo è quello di diventare “driver dell'innovazione nell'arco di 5-10 anni”, come sottolineato dal Chief Technology and Innovation Officer dell’azienda Roberto Cingolani.

Il supercomputer a Genova: un punto di partenza per Leonardo

Ma perché Leonardo ha deciso di portare nel proprio laboratorio un supercomputer tra i più prestanti che esistano? Cingolani ha spiegato che quello dell’innovazione tecnologica è un “mercato ipercompetitivo” nel quale “il progresso avanza un ritmo imbarazzante” richiedendo dunque grandi sforzi per restare al passo. Per questo, dopo questa prima installazione, nei prossimi cinque anni Leonardo conterà su tutti i propri laboratori sparsi per l’Italia per raccogliere le sfide portate da Intelligenza Artificiale, supercalcolo, big data e tecnologie quantistiche. Le strutture coinvolte saranno situate in prossimità delle sedi produttive dell’azienda, da Genova a Napoli. Il supercomputer ospitato nel laboratorio ligure è parte di una precisa filosofia, come afferma il presidente di Leonardo Gianni De Gennaro: “Stiamo investendo in Liguria risorse, tecnologie e idee, perché, come grande imprese, sentiamo forte la responsabilità di crescere insieme ai territori in cui operiamo".

In Italia anche Leonardo, il supercomputer del futuro

Gli Innovation Award 2019 rappresentano un importante contributo di Leonardo verso i territori nei quali l’azienda è presente, un riconoscimento volto a stimolare e premiare “la creatività, l'impegno e l'entusiasmo di persone che hanno raccolto la sfida, proponendo soluzioni innovative nei nostri settori di business”, spiega De Gennaro. Pochi mesi fa, il comitato comitato EuroHPC JU (European High Performance Computing Joint Undertaking) aveva già scelto l’Italia, precisamente Bologna, come sede di uno dei supercomputer europei nel futuro. La macchina è stata chiamata proprio Leonardo, in onore del genio italiano di Vinci, e l’obiettivo è quello di portarla entro il 2023 a raggiungere una potenza di calcolo pari a un miliardo di miliardi di operazioni al secondo. 

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.