Da iOS 13 indizi su Apple Tags, il tracker per non perdere gli oggetti

Tecnologia
Immagine di archivio (Apple)

Macrumours ha scovato nel codice del nuovo sistema operativo alcuni riferimenti all’accessorio simile a un'etichetta da attaccare agli oggetti, per monitorarne la posizione tramite l’app Dov’è 

Gli iPhone potrebbero presto permettere di tenere sotto controllo diversi oggetti grazie a Apple Tags, dei piccoli accessori in grado di agire da tracker in modo da impedire di smarrire ciò a cui vengono attaccati. Nonostante le indiscrezioni riguardanti questo strumento circolino ormai da diversi mesi, Cupertino non ha fornito alcuna informazione durante il recente Apple Event; tuttavia, il portale macrumours ha scovato nuovi riferimenti a Apple Tags nel codice di iOS 13, rilasciato da poche ore agli utenti di tutto il mondo. In particolare, l’azienda vorrebbe sfruttare la nuova app Dov’è per monitorare la posizione degli oggetti associati alle ‘etichette’ che dovrebbe lanciare in futuro.

Apple Tags collegato all’app Dov’è di iOS 13

Una delle novità di iOS 13 riguarda proprio l’app Dov’è, che ha unito le funzionalità di Trova Amici e Trova il mio iPhone. Macrumours ha notato una novità non presente nella versione del sistema operativo rilasciato pubblicamente, relativa alla nuova tab Item, collegata direttamente proprio agli Apple Tags, il cui nome in codice assegnato internamente da Cupertino è B389. Nella descrizione della nuova tab presente nel codice di iOS 13, Apple annuncia: “Etichetta i tuoi oggetti di uso quotidiano con B389 e non perderli mai più”. Il nuovo accessorio si ispirerebbe a articoli già in vendita come Tile, una sorta di targhetta da attaccare agli oggetti per monitorarne la posizione tramite app.

Come funzionerà Apple Tags

Aprendo la tab Item dell’app Dov’è, sarà possibile vedere all’interno di una mappa tutti gli oggetti collegati a Apple Tags. I possessori di iPhone riceveranno una notifica quando si separeranno da una di queste cose, inoltre sarà possibile premere un apposito bottone sull’app per far sì che l’etichetta cominci a suonare, facilitando così il ritrovamento di un oggetto che non si trovava. Macrumours menziona inoltre la ‘Modalità smarrito’, che permetterà a un possessore di iPhone che si imbatte nell’articolo perso di visualizzare le informazioni di contatto del proprietario per entrare in contatto. Infine, sarebbe possibile impostare delle ‘Posizioni sicure’ per i propri oggetti: in questo modo, gli utenti non riceverebbero una notifica quando si allontanano. Nonostante i chiari riferimenti all’interno di iOS 13, appena distribuito a livello globale, non si sa ancora quando il colosso di Cupertino deciderà di lanciare Apple Tags. 

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.