Google, più di 4000 sviluppatori parteciperanno al programma Stadia

Tecnologia

Ad annunciarlo è Sam Corcoran, Technical Account Manager di Google in occasione del Develop:Brighton 2019 

Sono già molte le richieste di adesione al progetto di Stadia, la nuova piattaforma di gioco in streaming presentata da Big G nel mese di marzo 2019, durante la Game Developers Conference 2019, a San Francisco.
A svelarlo è Sam Corcoran, Technical Account Manager di Google in occasione del Develop:Brighton 2019. Si parla di oltre 4000 aziende interessate a prendere parte al programma Stadia Partners, lanciandosi nel panorama di gioco in cloud offerto dalla nuova console.

Le dichiarazioni di Sam Corcoran

“Abbiamo ricevuto più di 4000 richieste da parte di aziende, sviluppatori e software house interessate a diventare Stadia Partners, e ciascuna richiesta è esaminata da un essere umano”, annuncia il Technical Account Manager del colosso di Mountain View agli spettatori di Develop:Brighton 2019.
Sono diverse le società che hanno già ufficializzato il loro futuro ingresso nel programma Stadia Partners.
Tra i nuovi partner del progetto, dal mese di novembre 2019, ci saranno anche aziende del calibro di Ubisoft, Bethesda e Larian Studios. In futuro probabilmente verrà siglata anche la collaborazione di Electronic Arts e Take Two, due aziende ‘portanti’ del settore.

In cosa consiste il programma Stadia Partners

Stadia Partners è quel programma che permette agli sviluppatori e le aziende del settore videoludico di avere a disposizione tutte le informazioni e la strumentazione per poter realizzare titoli compatibili anche con Google Stadia.
“È l'opportunità più immediata per gli sviluppatori, è un programma che ti permette di presentare il tuo gioco in fase di sviluppo a Google, e questo ci consente di creare e gestire un piano di supporto ad ampio spettro che funzioni per il tuo titolo, ne dia la giusta visbilità e si adatti al resto del nostro catalogo”, spiega lo stesso Sam Corcoran, riferendosi ai servizi offerti dal programma della nuova piattaforma. “Siamo sempre alla ricerca di nuovi giochi e idee, quindi vogliamo assolutamente parlare con chiunque di voi sia interessato”.  

Tecnologia: I più letti