Un classico senza tempo, torna il Commodore 64 in versione naturale

Tecnologia

Lanciato sul mercato nel 1982, il C64 è stato uno dei protagonisti più amati della tecnologia anni ’80. A fine 2019, grazie a Retro Games e Koch Media, tornerà disponibile sul mercato, questa volta non in versione “mini” 

Per chi pensa al 1982, uno dei primi pensieri è la vittoria del Mondiale di Spagna da parte dell’eroica Italia di Paolo Rossi. Ma quell’anno è ricordato, soprattutto per gli appassionati di videogiochi e tecnologia, per il lancio sul mercato del Commodore 64, il ‘computer di casa’ che ha venduto milioni di unità (22 milioni, quelle stimate) in tutto il mondo e che ora, 37 anni dopo, è pronto per tornare di nuovo ad incuriosire. Tutto succederà il 5 dicembre 2019, quando sarà possibile acquistare THEC64.

Una rivisitazione autorizzata

Sviluppato da Retro Games e distribuito da Koch Media, THEC64 è una rivisitazione completamente autorizzata di uno dei device più amati degli anni '80. Riprodotto a grandezza naturale, avrà una tastiera funzionante completa, sarà dotato di un joystick classico micro-switch aggiornato che si collega a una delle quattro porte USB. Il dispositivo si potrà collegare a qualsiasi televisore moderno tramite porta HDMI. Sarà dotato di tre modalità commutabili, ovvero ‘BASIC’ del C64 originale, ‘VIC20 BASIC’ o il nuovissimo ‘Games Carousel’, che permetterà di giocare ad uno dei 64 giochi integrati in 50Hz o 60Hz. Il prezzo di lancio sarà 119,99 euro.

I giochi installati

Proprio a proposito di giochi, in TECH64 saranno preinstallati classici come California Games, Paradroid e Boulder Dash. In più ci saranno novità come Attack of the Mutant Camels, Hover Bovver, Iridis Alpha e Gridrunner. Tra le chicche ecco poi lo sparatutto Galencia e Planet of Death. Sarà inoltre possibile caricare e salvare i propri giochi C64 e VIC20 tramite chiavetta USB e accedere ai titoli multi disco.

Non più una versione mini

Un’altra riedizione del C64 erà già stata proposta sempre da Retro Games nel marzo 2018. Il celebre dispositivo era tornato però in versione "mini" per cavalcare il successo della tech-nostalgia. Dunque, fatta eccezione per il suo essere proposta in una versione ridotta (dato che la tastiera era esattamente la metà di quella originale) il resto del dispositivo era rimasto fedele al passato. Ora, la nuova versione a grandezza naturale. 

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24