Microsoft migliora Cortana: sosterrà conversazioni come le persone

Tecnologia

Durante la conferenza Build 2019, Redmond ha anticipato alcuni futuri progressi dell’assistente vocale, che utilizzerà un linguaggio sempre più umano in interazioni prolungate e realistiche 

La crescita degli assistenti vocali sembra essere inarrestabile e Microsoft ha intenzione di cavalcare quest’onda, migliorando le capacità di conversazione di Cortana, il cui linguaggio somiglierà sempre più a quello di un essere umano. Si tratta di uno degli obiettivi annunciati da Redmond durante la conferenza per sviluppatori Build 2019, che sarà realizzato anche grazie alle tecnologie portate da Semantic Machine, startup recentemente acquisita dal colosso statunitenese. Microsoft considera infatti la cosiddetta Intelligenza Artificiale conversazionale la chiave per far sì che, in un futuro nel quale il ruolo degli aiutanti virtuali diventerà sempre più di primo piano, le informazioni vengano date in maniera sempre più umana.

Microsoft, per Cortana conversazioni sempre più umane

Pur potendo gestire innumerevoli funzioni, infatti, gli attuali assistenti vocali sono sviluppati per reagire ai comandi impartiti dalle persone, in una sorta di botta e risposta che limita notevolmente il tipo di interazioni possibili tra uomo e macchina. Microsoft immagina un futuro in cui questi agenti virtuali raggiungano un livello di personalizzazione sempre maggiore, arrivando a sostenere le stesse conversazioni realizzabili con un umano, fatte anche da più richieste allo stesso tempo. Redmond offre una dimostrazione di questa idea in un breve video che mostra le nuove abilità di Cortana all’interno di una conversazione con un dirigente che chiede di elencare gli impegni presenti nell’agenda e poi di riorganizzarli. Il linguaggio dell’assistente vocale appare in effetti molto più organico rispetto alle tipiche risposte, prevedendo persino l’utilizzo di intercalari: passo dopo passo, in quella che sembra essere una normale chiacchierata tra due persone, l’assistente riesce a prenotare una sala conferenze, invitare gli altri partecipanti o inviare delle indicazioni stradali direttamente alla macchina.

In arrivo Microsoft Edge basato su Chromium

Secondo Satya Nadella, Ceo di Microsoft, l’obiettivo dell'azienda è quello di offrire agli sviluppatori “piattaforme e strumenti affidabili per costruire esperienze 'magiche' che creino nuove opportunità per tutti”. Nel corso della conferenza Build 2019, l’azienda ha descritto nei dettagli le caratteristiche del nuovo browser di navigazione Microsoft Edge basato su Chromium, per cui si attende a breve il lancio definitivo, dopo alcune versioni di prova. 

Tecnologia: I più letti