Visori AR e VR, gli analisti prevedono una crescita del 54% nel 2019

Tecnologia

Secondo gli esperti di Idc, entro la fine dell’anno saranno venduti 8,9 milioni di dispositivi su scala globale. Il boom dovrebbe proseguire almeno fino al 2023 

Gli analisti di Idc stimano che nel corso del 2019 il settore dei visori per la realtà virtuale e per la realtà aumentata vivrà un boom significativo: complessivamente saranno venduti 8,9 milioni di dispositivi su scala globale, con un aumento del 54,1% rispetto al 2018. Una crescita destinata a proseguire almeno fino al 2023. Per i prossimi cinque anni, gli esperti prevedono un tasso di crescita annuale composto (Cagr) del 66,9% e 68,6 milioni di visori venduti.

Le previsioni degli analisti di Idc

Secondo le stime degli analisti, nel 2023 i dispositivi per la realtà virtuale raggiungeranno i 36,7 milioni di unità consegnate, con un Cagr del 46,7%. Le vendite saranno trainate prevalentemente dai modelli ‘standalone’, ossia in grado di funzionare anche senza essere collegati a uno smartphone o a un computer. Questi device rappresenteranno il 59% delle unità vendute. Sempre nel 2023, anche i visori per la realtà aumentata vivranno una situazione simile: gli esperti di Idc prevedono che raggiungeranno i 31,9 milioni di unità consegnate, con un Cagr del 140,9%. In questo caso, gli standalone rappresenteranno il 55,3% del mercato complessivo. L’analista Jitesh Ubrani spiega che i nuovi dispositivi di marchi come Microsoft, Oculus e Htc contribuiranno alla crescita del settore nel 2019 e negli anni successivi. L’esperto aggiunge che anche i chip prodotti da Qualcomm avranno un ruolo chiave nel boom dei visori AR e VR.

Microsoft HoloLens 2

Durante l’ultima edizione del Mobile World Congress, Microsoft ha svelato HoloLens 2, il suo nuovo visore per la realtà aumentata. Come si può intuire dal prezzo (3500 dollari) il device non è stato progettato per il pubblico consumer, bensì per il settore industriale. Il nuovo HoloLens, dotato di un design riveduto e corretto e del processore Qualcomm Snapdragon 850, si presta a numerose applicazioni in settori diversi, tra cui la progettazione e l’analisi medica. Sarà disponibile entro la fine del 2019. 

Tecnologia: I più letti