GDC 2019, Oculus Rift S è il nuovo visore VR svelato da Facebook

Tecnologia
Foto di archivio (Getty Images)

Rispetto al modello precedente, il nuovo visore dispone di un display con una più alta risoluzione e permette di vedere l’ambiente circostante senza doverlo togliere. Sarà disponibile in primavera 

Alla Game Developers Conference 2019 non poteva certo mancare Facebook, che dal palco dell’evento dedicato agli sviluppatori ha presentato Oculus Rift S, il nuovo visore VR pensato per i videogiocatori e per gli appassionati di tecnologia. Come si legge sul blog ufficiale di Menlo Park, il dispositivo verrà lanciato in primavera - non si conosce ancora la data precisa - al prezzo di 399 dollari per quanto riguarda il mercato americano, mentre in Europa sarà in vendita a 449 euro.

Una nuova esperienza di gioco in VR

Oculus Rift S, scrive Facebook, "combina la tecnologia di tracking Oculus Insight con la potenza hardware dei PC a cui si collega". Realizzato in collaborazione con Lenovo sulla stessa piattaforma del precedente Oculus Rift, il nuovo dispositivo VR presenta diverse migliorie, a partire da un display con una più alta risoluzione (2560x1440) e una maggiore densità di pixel, nuove ottiche che offrono una migliore precisione e la nuova tecnologia Passthrough+, che permette di vedere l’ambiente reale circostante senza dover togliere il visore dagli occhi. Rift S, inoltre, è in grado di tracciare i movimenti del giocatore senza bisogno di sensori esterni e dispone di un sistema a cavo singolo, che garantisce un’esperienza di gioco senza ingombri.

L’addio del co-fondatore di Oculus

Lo scorso ottobre, Brendan Iribe, ex Ceo di Oculus, ha deciso di abbandonare la società da lui co-fondata nel 2012 e acquisita da Facebook nel 2014. ”È la prima pausa che mi prendo in 20 anni. È il momento di ricaricarsi, riflettere ed essere creativi", ha scritto Iribe in un post pubblicato sui social, omettendo però le ragioni del suo addio che, stando ad alcune indiscrezioni, sarebbe dovuto ad alcune incomprensioni legate proprio allo sviluppo del visore VR. Facebook ha ringraziato Iribe per il contributo che ha dato all’azienda e per aver permesso l'introduzione della realtà virtuale: “Gli siamo grati per la sua leadership e la sua dedizione alla costruzione dell’impossibile. Ci mancherà”.

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24